Film Amazon Prime Video a pagamento su Android, ecco cosa è successo sul Google Play Store

Stop ai film di Amazon Prime Video sul Play Store di Google. Ecco cosa è successo tra i due colossi.

di , pubblicato il
Google

Anche due innamorati litigano, figuriamoci due competitor che si scontrano a colpi di milioni di dollari. Finisce qui la love story tra Amazon e il Play Store di Google. Niente più film di Prime Video sul negozio virtuale di Big G, rimossi i film a pagamento per le scelte di fatturazione del colosso di Mountain View.

Amazon dice stop al Google Store

Basta così per Amazon. Via i film di Prime Video dal Play Store di Google. Ma cosa significa precisamente e perché questa improvvisa presa di posizione da parte dell’azienda di Bezos? A quanto pare i metodi di fatturazione di Google ad Amazon non vanno proprio più giù. Non si potrà più acquistare o noleggiare i titoli detenuti da Amazon sul portale virtuale di big G. Per gli utenti Android non sarà nemmeno più possibile accedere agli abbonamenti di canali tematici relativi al pacchetto Prime come Infinity Selection, Starzplay, Discovery+ o MGM dallo store virtuale.

Non sono chiari al momento i motivi di questo stop, come dicevamo si parla di indigesta questione sulla fatturazione, probabilmente quindi Amazon non vede chiari gli introiti di Google in merito agli acquisti fatti dei suoi titoli sulla store di Big G, c’è da dire che comunque questa frattura non è stata affatto annunciata, semplicemente da un momento all’altro sono state rimosse le opzioni di noleggio e acquisto film, e la possibilità di abbonarsi ai canali tematici, così senza dire alcuna parola né dall’una né dall’altra parte. Cosa significa questo silenzio?

Amazon e Google Store, ci ripenseranno?

Il silenzio di Amazon viene interpretato dagli analisti in un certo modo, ossia la possibilità che in realtà i due colossi possano tornare a parlarsi per trovare un accordo e risolvere il problema.

Non è da escludere infatti che per Amazon questa rimozione sia solo una decisione momentanea, ossia qualcosa che andava fatto in questo momento come semplice protesta, ma che poi può rientrare nei ranghi nel momento in cui Google sarà più chiaro sulla questione che Amazon stessa non ha gradito. Staremo a vedere.

Argomenti: