Festa della Liberazione, perché si celebra ogni 25 aprile?

Curiosità sulla festa della Liberazione, perché si celebra il 25 aprile di ogni anno?

di , pubblicato il
Curiosità sulla festa della Liberazione, perché si celebra il 25 aprile di ogni anno?

Una giornata importante quella di domani per la storia italiana, la festa della Liberazione è un evento che ogni anno, il 25 aprile, viene celebrato nel paese. Benché sia chiaro a tutti si tratti della liberazione dal regime nazifascista, non tutti però ne conoscono ogni retroscena.

25 aprile festa della Liberazione, ecco perché

Il 25 aprile, benché sia grossomodo una data simbolo, è effettivamente anche una data storica.

Nel primo caso, parliamo di data simbolo perché non è certo in un solo giorno che l’Italia si liberò delle occupazioni naziste e la stessa seconda guerra mondiale non finì certo in questo giorno, ma sarebbe a dire il vero durata ancora un po’ (la data che la storia ci consegna relativa alla fine della seconda guerra mondiale è il 2 settembre). Il simbolo però trova forza nel dato storico relativo all’abbandono delle truppe naziste e fasciste della Repubblica di Salò che, in quel preciso giorno del 1945 iniziarono ufficialmente la propria ritirata abbandonando le città di Torino e Milano.

A tanti anni di distanza, dunque, ancora oggi festeggiamo simbolicamente questo evento come momento clou della liberazione d’Italia, e tale celebrazione venne sancita già l’anno seguente. Il 22 aprile del 46 infatti il nuovo Governo Italiano guidato da Alcide De Gasperi, stabilì con un decreto che il 25 aprile dovesse essere “festa nazionale”. La data fu fissata in modo definitivo con la legge n. 269 del maggio 1949, presentata da De Gasperi in Senato nel settembre 1948.

Simbolismo e storia si uniscono quindi in questa celebrazione che deve essere di festa, ma anche di commemorazione, da monito non solo per le nuove generazioni che devono affrontare i nuovi problemi (che poi sono gli stessi di ieri), ma anche per le vecchie che spesso, purtroppo, dimenticano. Per completezza di informazione, ricordiamo inoltre alcune altre date relative a paesi occupati durante la guerra, che celebrano allo stesso modo la propria liberazione dal regime nazista, ma che lo fanno naturalmente in date diverse. In Norvegia ad esempio si celebra l’8 maggio, in Danimarca il 5 dello stesso mese.

Mentre in Romania il 23 agosto.

Potrebbe interessarti anche Hotel stravaganti per le vostre vacanze di Pasqua, ecco la lista

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,