Fagiolini surgelati Carrefour richiamati in Francia, ma in Italia il rischio rimane

Allerta fagiolini Carrefour, richiamato in Francia lotto contenente Datura, la velenosa pianta del diavolo.

di , pubblicato il
Allerta fagiolini Carrefour, richiamato in Francia lotto contenente Datura, la velenosa pianta del diavolo.

Il 13 marzo la Francia ha richiamato i fagiolini surgelati a marchio Carrefour, al suo interno trovata la presenza di Datura, si tratta di una pianta altamente tossica per il nostro organismo. Il Ministro dell’Economia francese ha quindi immediatamente ritirato il prodotto dal commercio nazionale, ma non esclude che possa essere stato in precedenza commercializzato all’estero.

Fagiolini Carrefour commercializzati in Italia?

Erba velenosa nei fagiolini surgelati a marchio Carrefour.

L’allerta è stata lanciata in Europa dalla direzione generale francese per la concorrenza, i consumatori e il controllo delle frodi (DGCCRF). Nessuna indicazione ci arriva in merito alla vendita all’estero relativa a questo prodotto, quindi non possiamo affermare ci sia un’allerta alimentare di questo tipo. Naturalmente, come è giusto però che sia, è opportuno prestare la massima attenzione qualora si fosse in possesso di un prodotto del genere da noi in Italia.

La datura infatti è una pianta pericolosissima, detta anche pianta del diavolo. E’ assolutamente sconsigliata la sua ingestione, i rischi di un malore infatti sono decisamente alti. A seconda delle quantità di erbe ingerite, l’intossicazione da Datura, può causare arrossamenti cutanei, allucinazioni, nausea e vomito, tachicardia e ipertensione. In casi estremi può portare anche alla morte.

Per maggiori informazioni in merito alla merce richiamata in Francia, ecco tutte le indicazioni relative al lotto ritirato dal commercio. Si tratta di confezioni con il codice a barre 3560070444373 e scadenza 2020. Ricordiamo che non ci sono allerte relative al prodotto da noi in Italia, ma invitiamo nuovamente alla massima attenzione per l’acquisto di prodotti simili, leggendo attentamente gli ingredienti riportati sulla confezione e tutte le altre informazioni relative a lotti e scadenze.

Potrebbe interessarti anche Allarme fluorochinolone, tale antibiotico va evitato per gravi effetti collaterali, l’inchiesta de Le Iene

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,