Estate 2019, il condizionatore acceso di notte fa male alla salute? La risposta degli esperti

L’ondata di caldo eccezionale dell’estate 2019 sta portando a un grande uso di condizionatori di notte. Ma fanno male alla salute? La risposta degli esperti.

di , pubblicato il
L’ondata di caldo eccezionale dell’estate 2019 sta portando a un grande uso di condizionatori di notte. Ma fanno male alla salute? La risposta degli esperti.

L’estate 2019 sarà ricordata come una delle più calde in assoluto e, come sembra essere chiaro, il problema riguarda il surriscaldamento globale. Gli italiani, per cercare di sfuggire alla morsa del caldo, usano costantemente il condizionatore anche di notte, in maniera tale da riuscire a riposare meglio e poter affrontare la giornata di lavoro. Ebbene, il sito Ansa ha prodotto un sondaggio interessante: è stato chiesto, infatti, agli italiani se l’aria condizionata di notte fa male oppure no.

Il risultato è il seguente: per il 37% è vero, mentre per il 63% è falso. A questo punto, la risposta va affidata a un esperto.

L’aria condizionata fa male se accesa anche di notte? La risposta dell’esperto

La risposta a questa domanda è stata affidata al responsabile dell’Unità operativa di chirurgia endoscopica mininvasiva di otorinolaringoiatria dell’Ospedale San Carlo di Nancy di Roma e docente Consulcesi Club, Lino Di Rienzo Businco, il quale ha affermato senza se e senza male che l’aria condizionata, accesa di notte, fa male e che la soluzione migliore sarebbe quella di far raggiungere la temperatura desiderata alla stanza da letto per poi spegnere il condizionatore d’aria. È chiaro, però, che per gli italiani la soluzione non può essere così semplice, soprattutto durante l’estate 2019 che sarà ricordata come una delle più torride. L’esperto, dunque, ha deciso di dare qualche consiglio su come regolarsi al meglio e ridurre i possibili danni per la salute.

I consigli dell’esperto: come usare l’aria condizionata di notte

Secondo lo specialista sono poche le regole per limitare i danni dell’uso dell’aria condizionata di notte:

  1. Il getto d’aria proveniente dal dispositivo non va mai direzionato verso il viso, il motivo è semplice: la mucosa nasale tende a seccarsi e in questo modo permette il proliferare di virus, batteri e germi
  2. Per evitare che la mucosa si secchi, si consiglia poi di utilizzare una soluzione nasale umettante, la cui composizione è assolutamente naturale, perché permette di ridurre al minimo l’impatto termico e protegge la mucosa
  3. La temperatura del condizionatore non deve essere mai troppo bassa, perché, quando si dorme, le funzioni vitali rallentano e la percezione del caldo è minore

Ma qual è la temperatura ideale per l’utilizzazione del condizionatore, anche di giorno, soprattutto se si divide un ufficio con altre persone? La risposta dell’esperto è semplice: bisogna prendere la temperatura esterna dividerla per due e aggiungere dieci.

Se la temperatura esterna è di 32°, essa va divisa per due, dunque: 16, e poi va aggiunto 10, dunque si arriva a 26°. Di notte, però, come abbiamo sottolineato prima, la temperatura dovrebbe essere maggiore.

Leggete anche: Meteo: è arrivato il caldo record con giornate tropicali, ecco le città da bollino nero.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,