Equinozio di primavera 2019: significato, data e celebrazioni nel mondo

Il 20 marzo ci sarà l'Equinozio di primavera: significato e tante tradizioni nel mondo per celebrare l'arrivo della bella stagione.

di , pubblicato il
Il 20 marzo ci sarà l'Equinozio di primavera: significato e tante tradizioni nel mondo per celebrare l'arrivo della bella stagione.

Manca poco all’Equinozio di primavera che quest’anno cade il 20 marzo alle ore 21.58. Si tratta di quel momento in cui i raggi del sole cadono a 90 gradi rispetto all’inclinazione del piano terrestre e seguendo una linea perpendicolare, un allineamento geometrico tra la Terra ed il Sole in cui le ore di buio e di luce sono identiche ossia la durata del giorno e della notte sono uguali.

Rispetto a quello autunnale, segna l’inizio della metà luminosa, quando le ore di luce superano le ore di buio.

Significato e quando ci sarà

Come abbiamo anticipato l’Equinozio di Primavera, conosciuto anche con il nome di equinozio di Marzo o punto dell’Ariete o punto gamma, non cade sempre lo stesso giorno, solitamente tra il 19 e il 22 marzo, quest’anno infatti la data da segnare è quella del 20 marzo. Solitamente l’equinozio di primavera anticipa l’ora legale, che infatti nel 2019 entra in vigore la notte tra il 30 e il 31 marzo.

Tra i simboli c’è il trifoglio che è la pianta sacra dell’Equinozio di Primavera nonchè simbolo dell’Irlanda. Non è infatti un caso che pochi giorni prima si festeggi San Patrizio.

Tradizioni e celebrazioni nel mondo

Sono tante le tradizioni in tutto il mondo legate a questo fenomeno. L’Equinozio di Primavera ha infatti un valore simbolico molto importante, si festeggia, ad esempio, il Naw-Ruz festività legata all’abbondanza e alla rinascita della natura mentre in Giappone questa giornata è dedicata ai morti. Dalla data dell’Equinozio si calcola anche la data della Pasqua, che si celebra la prima domenica dopo la prima luna piena dall’Equinozio.

Nell’Antica Mesopotamia, ad esempio, l’equinozio primaverile era legato all’inizio dell’anno nuovo e non è affatto un caso se nello zodiaco il segno dell’Ariete è il primo segno. Altre tradizioni antiche legate a questa festa arrivano dall’antico Egitto con la festa del Sham El Nessim, una celebrazione vecchia di 4mila anni in cui si usa fare incontri all’aperto, scampagnate e pranzi a base di uova, simbolo della rinascita.

In Asia e per la religione induista l’arrivo della primavera corrisponde all’Holi, la festa dei colori in cui è usanza uscire in strada gettando polveri colorate.

Leggi anche: Cielo marzo 2019: arriva la super luna di primavera

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,