Emergenza passaporti: è caos ritardi, anche 3 mesi per avere il documento, vacanze a rischio

In alcune zone d’Italia è emergenza passaporti, i ritardi sono anche di 3 mesi per ricevere il documento. Ecco come fare richiesta per accelerare i tempi.

di , pubblicato il
richiesta passaporto

È emergenza passaporti. In alcune zone d’Italia come a Varese i tempi di attesa per ricevere un passaporto elettronico sono lievitati anche fino a 4 mesi. Il motivo sono le tante richieste che arrivano dopo lo stop di due anni ai viaggi all’estero per l’emergenza Coronavirus al quale si somma anche l’emergenza per i permessi di soggiorno per i profughi ucraini. Dagli uffici di Varese comunicano che stanno facendo il possibile per accelerare le pratiche. Il problema però è che molti devono partire a luglio o ad agosto per cui le loro vacanze sono a rischio.

Tempi di attesa sempre più lunghi

Molte persone sono nel panico, soprattutto chi deve partire a luglio o ad agosto, in quanto i tempi di attesa per ricevere il passaporto elettronico stanno aumentando. Come riportano i siti Leggo.it e Ilsalvagente.it, ha problemi anche il Poligrafico di Stato che non sarebbe riuscito a stampare un numero di libretti sufficienti. Il consiglio è quindi quello di anticiparsi per la richiesta e non attendere l’ultimo momento onde evitare ritardi.

Come richiedere il passaporto

Per richiedere il passaporto elettronico ci si deve recare in Questura, Questo per consegnare i documenti, per la rilevazione delle impronte digitali e per firmare i documenti. Il suggerimento però è quello di prenotare sul sito della Polizia di Stato mediante il servizio “Agenda Passaporto”. Dopo che ci registra, infatti, è possibile prenotare un appuntamento (luogo, data e ora secondo le disponibilità) per portare i documenti. Si tratta del modo più rapido per velocizzare l’iter ed evitare lunghe code. I documenti da presentare sono il modulo di richiesta del passaporto compilato e firmato (il documento di trova online).

Serve poi il documento di riconoscimento in corso di validità per cui è necessario munirsi di una fotocopia in quanto in Questura non è possibile richiederla. Servono poi 2 fototessere a colori identiche su sfondo bianco e a viso scoperto senza occhiali.

E ancora per evitare l’emergenza passaporti

Per richiedere il passaporto serve poi la ricevuta di pagamento. Sul sito della Polizia di Stato leggiamo che è necessario un contrassegno amministrativo da 73,50 euro da richiedere al tabaccaio o in una rivendita di valori bollati. Serve poi la ricevuta di pagamento a mezzo conto corrente di 42.50 euro per il passaporto ordinario. Il versamento si fa presso gli uffici postali mediante bollettino di conto corrente n. 67422808. L’indirizzo è “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro”. Tale bollettino si legge nella nota della Polizia di Stato è disponibile presso gli uffici postali. Va infine consegnata la stampa della ricevuta e della prenotazione effettuata presso il sito Agenda Passaporto.
[email protected]

Argomenti: ,