Emergenza Coronavirus: ecco come fare la spesa in modo intelligente evitando inutili code

Suggerimenti per fare la spesa correttamente evitando inutili code giornaliere ai tempi del Coronavirus.

di , pubblicato il
Suggerimenti per fare la spesa correttamente evitando inutili code giornaliere ai tempi del Coronavirus.

A seguito dell’emergenza Coronavirus fuori ai supermercati si sono create delle lunghe file di attesa. Come si sa, il picco dei contagi è atteso tra questa e la prossima settimana per cui l’invito del Governo è quello di restare a casa il più possibile. Andare al supermercato per beni di prima necessità è importante ma come fare per ottimizzare gli acquisti senza doversi sottoporre a code quotidiane? Ecco delle dritte.

Come fare la spesa in modo intelligente

Fuori i supermercati da Nord a Sud ci sono quasi sempre delle code dovute agli ingressi contingentati grazie ai quali si evitano gli assembramenti. Ma cosa fare per evitare di ritrovarsi in questa situazione ogni giorno: come fare la spesa in modo intelligente e solo 1 volta a settimana?

Il primo consiglio è quello di controllare in dispensa quello che si ha e quello che non si ha per poi elaborare una lista di quello che si vuole cucinare per una settimana a pranzo e a cena. Fatto ciò si potrà stilare una lista della spesa in quanto già si saprà con certezza quello che si consumerà giorno per giorno (ovviamente il consiglio è per l’emergenza Coronavirus non per sempre e per uscire il meno possibile di casa). Il primo si potrà consumare la carne, il giorno dopo il pollo, l’altro ancora il pesce, le uova e così di seguito in modo tale da fare una dieta equilibrata. Per quanto concerne il pane, poi, se ne potrà acquistare di più e poi tagliarlo a fette e congelarlo.

I consigli del Corriere su come fare la spesa in modo intelligente

Angela Frenda che è la food editor de il Corriere nonché responsabile editoriale di Cook entra invece nello specifico consigliando come primo acquisto (per effettuare una spesa intelligente) quello della farina (di tutti i tipi) in modo tale da potersi dedicare agli impasti. In questo modo non solo si potranno realizzare pizze ma anche dolci, biscotti e tanto altro anche per sbizzarrirsi e perdere tempo. L’altro suggerimento dato dalla home economist Alessandra Avallone sarà quello di acquistare del lievito secco madre (quello fresco oramai è difficilissimo da trovare) che consentirà di preparare delle focacce e delle pagnotte.

Viene poi consigliato dalla Frenda di fare scorta di pasta integrale che irrobustisce il sistema immunitario, è ricca di fibre, nutriente e fornisce un buon apporto di carboidrati in una dieta mediterranea corretta. In casa, poi, non dovranno mai mancare i pelati con i  quali si potranno preparare tantissime pietanze nonché il tonno in scatola che ha scadenza lunga. Ricordiamo che il pesce è fonte di omega 3 e di proteine e che anch’esso si potrà utilizzare per creare vari piatti.

E ancora nella propria dispensa non dovranno mancare i legumi secchi, il latte a lunga conservazione, le spezie ed i minestroni surgelati.

Leggete anche: Emergenza Coronavirus: per i risparmiatori è indispensabile avere un progetto d’investimento

[email protected]

Argomenti: ,