Elezioni Europee 2019, voto a domicilio: chi ne ha diritto, quando effettuare la domanda

Le elezioni europee 2019 si terranno il 26 maggio dalle ore 7:00 alle ore 23:00: ecco la normativa per il voto a domicilio, chi ne ha diritto e come effettuare la domanda.

di , pubblicato il
Le elezioni europee 2019 si terranno il 26 maggio dalle ore 7:00 alle ore 23:00: ecco la normativa per il voto a domicilio, chi ne ha diritto e come effettuare la domanda.

Le elezioni europee 2019 sono alle porte: la data, per quanto riguarda l’Italia, è il 26 maggio, quando gli italiani saranno chiamati ad esprimere la propria preferenza dalle ore 7:00 alle ore 23:00. Si tratta di un momento molto importante per l’Italia, il primo test effettivo per quanto riguarda il governo Lega-Movimento 5 Stelle.

In questo articolo affronteremo la questione del voto a domicilio, a partire dalla normativa, analizzando chi ne ha diritto e come ed entro quando effettuare la domanda.

Voto a domicilio per le elezioni europee 2019: gli aventi diritto

Il Ministero dell’Interno ha diramato le ‘Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione’, un manuale all’interno del quale si trovano al capitolo 20 le indicazioni per il cosiddetto ‘voto a domicilio’ per le elezioni europee 2019. Coloro che possono effettuare questa richiesta sono gli elettori che si trovano ‘affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile’ anche mediate l’utilizzazione dei servizi per il trasporto che i Comuni sono tenuti a mettere a disposizione per agevolare l’arrivo al seggio da parte di coloro che sono portatori di handicap; rientrano anche gli elettori ‘affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione’.

Quando e come effettuare la domanda per il voto a domicilio

La richiesta per il voto a domicilio in vista delle elezioni europee 2019 deve essere inviata al sindaco del Comune nel quale si è iscritti nelle liste elettorali entro il 15° giorno precedente la data della votazione. All’interno della domanda devono essere inseriti i seguenti documenti e attestazioni:

  • Una dichiarazione nella quale si esprime la volontà di esprimere il voto presso la propria dimora con indirizzo completo dell’abitazione e un recapito telefonico
  • Una fotocopia della tessera elettorale
  • Una fotocopia del documento di identità
  • Una documentazione sanitaria rilasciata dal Funzionario Medico dell’ASL competente

Si suggerisce, comunque, di contattare gli uffici elettorali del Comune di residenza per avere informazioni dettagliate.

Leggete anche:  Sondaggi elettorali La7 in vista delle elezioni europee 2019: PD sorpassa M5S, la Lega in calo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.