Eclissi anulare di sole 21 giugno 2020: l’imperdibile anello di fuoco che apre l’estate

Il benvenuto all’estate 2020 lo daremo con una splendida eclissi anulare si sole: lo spettacolo sarà visibile solo parzialmente in Italia.

di , pubblicato il
Il benvenuto all’estate 2020 lo daremo con una splendida eclissi anulare si sole: lo spettacolo sarà visibile solo parzialmente in Italia.

L’estate 2020 si aprirà con un spettacolo davvero affascinante: si tratta di una eclissi anulare di sole che mostrerà nel cielo un anello di fuoco proprio il 21 giugno. Una coincidenza assolutamente unica e imperdibile, anche se dall’Italia sarà visibile solo in maniera parziale e soltanto in alcune aree del nostro paese.

Si tratta di un evento che avviene quando la Luna in apogeo (la massima distanza dalla Terra) si frappone tra il nostro pianeta e il sole, coprendone la maggior parte e lasciando intravedere solo il perimetro infuocato.

L’ultima volta che si era verificata un’eclissi di questo tipo è stata la fine del 2019, mentre la prossima si attende nel 2021, anche se sarà visibile prevalentemente nell’Artico.

A che ora, dove e quando sarà visibile l’eclissi anulare di sole il 21 giugno 2020

Quello che rappresenta uno degli spettacoli astronomici più attesi, l’eclissi anulare di sole il 21 giugno 2020, sarà visibile al pieno soltanto in una fascia ristretta che attraversa l’Africa Centrale, alcune regione dell’Asia (Arabia Saudita, India, Pakistan e Cina), nonché l’Oceano Pacifico.

In queste aree infatti la Luna riuscirà a coprire circa il 99,4% del Sole, lasciando intravedere soltanto una piccola corona infuocata.

L’Italia, invece, sarà interessata marginalmente da questo fenomeno, che sarà visibile, in maniera parziale, soltanto nelle regioni del Centro-Sud. Lo spettacolo sarà comunque affascinante, anche se qualche preoccupazione è data dal meteo.

A partire dalle ore 3.45 Utc (dunque le 5.45 in Italia), la Luna lentamente inizierà a frapporsi tra la Terra e il Sole, oscurandolo sempre di più.

Per tutti gli appassionati che non si trovano nella parte giusta del globo per poter osservare l’eclissi saranno attivate delle dirette streaming, tra cui quella del Virtual Telescope Project.

[email protected]

Argomenti: ,