Ecco la classifica dei guadagni degli italiani, dai dipendenti ai lavoratori autonomi

Dichiarazione dei redditi: la classifica dei guadagni degli italiani.

di , pubblicato il
Dichiarazioni dei redditi

Nel 2020 il reddito complessivo totale rilevato dalla dichiarazione dei redditi è calato di quasi 20 miliardi di euro rispetto all’anno precedente, per un totale di 865,1 miliardi. Il reddito medio dei contribuenti italiani è dunque di 21.570 euro, in flessione di poco più l’1% rispetto al 2019. Sono i numeri elaborati dal Mef in base alla dichiarazione dei redditi presentata lo scorso anno dagli italiani.

Dichiarazione dei redditi: la classifica dei guadagni degli italiani

Sorridono i lavoratori autonomi, che lo scorso anno (per il 2020) hanno dichiarato redditi pari a 52.980 euro, più del doppio rispetto ai lavoratori dipendenti, che si posizionano al secondo posto a 20.720 euro. Terzi gli imprenditori (titolari di aziende individuali), terzi a quota 19.900 euro, mentre i pensionati conquistano la medaglia di legno con un reddito annuo complessivo di 18.650 euro euro. Il reddito medio più basso è quello dichiarato dalle persone che vantano una partecipazione in società: secondo i dati appresi dal Mef, la media di quest’ultimo reddito si attesta a 16.450 euro. Dati molto lontani e neanche paragonabili quelli degli uomini più ricchi al mondo. 

Diamo ora invece uno sguardo alle percentuali relative ai contribuenti per fasce di reddito complessivo nel 2020. La percentuale più alta (70%) è associata a chi ha dichiarato un reddito tra i 15mila e 70mila euro, poco meno di un terzo (27%) ha dichiarato meno di 15.000 euro, mentre pochissime eccezioni (circa il 4%) hanno presentato una dichiarazione dei redditi superiore ai 70mila euro.

4,2 milioni di contribuenti italiani hanno presentato la dichiarazione Iva

Dall’analisi del Mef conosciamo anche altri interessanti dati. Ad esempio, 41,2 milioni di italiani lo scorso anno hanno assolto l’obbligo dichiarativo, o attraverso il 730 o tramite il modello unico (Redditi Persone Fisiche) oppure attraverso la CU – Certificazione Unica.

Il numero totale è inferiore dello 0,8%.

Ci sono poi 4,2 milioni di contribuenti italiani che invece hanno presentato la dichiarazione Iva, in aumento dello 0,3% rispetto allo scorso anno.

Argomenti: ,