Ecco chi sono le due figlie ufficiali di Vladimir Putin, da sempre all’ombra del padre

Le figlie ufficiali di Vladimir Putin, chi sono e cosa fanno? Da sempre vivono nell'ombra del padre e nel riserbo.

di , pubblicato il
Putin

Si chiamano Katerina Tikhonova, 35 anni, e Mariya Vorontsova, 36 anni, e sono le figlie di Vladimir Putin. Sono nate dal suo matrimonio con Lyudmila Shkrebneva e gli USA, in accordo con UE e G7 le ha inserite nella sua lista nera, pronte per le sanzioni.

Chi sono le figlie di Putin?

Perché l’USA vuole sanzionare anche le figlie di Putin? Molto semplice, i capi russi, Putin compreso, usano i loro familiari per coprire i loro beni, per questo motivo gli Stati Uniti e l’UE hanno deciso di colpire anche loro mettendole nella black List. Un funzionario USA durante la sua conferenza stampa ha infatti spiegato che i vertici della presidenza russa usano questo stratagemma per coprire i propri beni, ecco le sue parole:

“Sappiamo che Putin e i suoi sodali usano le loro famiglie per nascondere i loro beni, per questo abbiamo deciso di congelare anche gli asset dei parenti”. Non si hanno però molte notizie in merito alle figlie di Putin, la figlia più piccola è una genetista, la primogenita una matematica. Per ragioni di privacy le due donne hanno deciso di cambiare cognome, anche se al momento su questa informazione non ci sono conferme ufficiali.

Dalle figlie di Putin alla sua amante segreta

Non solo le figlie di Putin nella black List, presto infatti ci potrebbe finire anche la sua presunta amante, tale Alina Kabaeva. La donna sarebbe fuggita segretamente in Svizzera con i suoi figli piccoli. Anche in questo caso, non è da escludere che la donna faccia da prestanome per nascondere i beni dello zar del Cremlino, quindi per questo motivo potrebbe essere inserita, come dicevamo, nella lista nera che i paesi occidentali sanno preparando per stanare i beni del dittatore russo.

Potrebbe interessarti anche Gli scenari dopo la guerra in Ucraina anche per l’Italia: come sarà il mondo dopo la fine del conflitto

Argomenti: