Divieti circolazione auto dal 1° ottobre, ecco dove scatta: città interessate e regole del blocco

Divieti circolazione auto dal 1° ottobre: dove scatta oltre a Milano e le regole del blocco.

di , pubblicato il
Blocco traffico

Non solo Milano. Dal 1° ottobre è assolutamente necessario fare attenzione al tipo di auto che si possiede se non si vuole incappare in una multa salata. E magari evitare anche il ritiro della patente a causa dei divieti di circolazione. Da quando è uscita la notizia che nel capoluogo lombardo non potranno più circolare, durante i giorni feriali, le auto a benzina con omologazione fino a Euro 2 compresa e le diesel Euro 5, gli automobilisti hanno iniziato a tremare. Qualcuno si chiede:“E adesso come faccio, anche la mia auto è esclusa da quelle che possono circolare?”.

Il caso di Milano è sicuramente quello più eclatante. Ha ispirato anche altri Comuni italiani, che ora hanno deciso di imporre regole severe con la limitazione di alcuni tipi di veicoli. Il problema è sempre lo stesso, l’inquinamento e la siccità che durante l’estate scorsa non ha fatto altro che ingrandire un problema già grave. E lo abbiamo provato sulla nostra pelle.

Divieti circolazione auto dal 1° ottobre: dove scatta

Dal 1 ottobre a Milano, tra le 7.30 e le 19,30 dal lunedì al venerdì, non potranno più circolare all’interno dell’Area B tutte le vetture fino a Euro 2 a benzina e fino a Euro 5 a gasolio. Non sarà neanche più possibile usufruire dell’esenzione dal pagamento del ticket di accesso all’Area C. Questo rimarrà una prerogativa delle auto ibride a emissioni di CO2 inferiori a 100 g/km.
A seguire a ruota la decisione del Comune lombardo è anche Torino. Nella città non sarà più possibile circolare se si possiede un’ auto Euro 0 e 1 a benzina, diesel Euro 0, 1 e 2, Euro 0 e 1 bifuel. Le regole saranno valide dal lunedì al venerdì. Dalle 8 alle 19, invece, è previsto il blocco delle Euro 5 a gasolio nel caso si superi il limite di sostanze inquinanti e le Euro 3 e 4 diesel.


Una mossa simile è stata seguita anche da Genova. Qui non sarà possibile circolare dal lunedì al venerdì, dalle ore 7 alle 19, con le auto Euro 0 e 1 a benzina e le Euro 0, 1 e 2 a gasolio nella zona centrale.

Le auto interessate

A Bologna e a Modena, oltre al divieto di circolazione delle auto fino a Euro 2 a benzina, fino a Euro 3 diesel ed Euro 0 e 1 a Gpl e metano, dal lunedì al venerdì e la domenica dalle 8.30 alle 18.30, è previsto anche un piano per introdurre una sorta di “tassa” di circolazione per tutte le auto Euro 6. A Rimini, invece, scatta il divieto delle Euro 4 diesel dopo tre giorni in cui si è superato il limite di PM10.
Un’altra città interessate dai divieti è Bolzano. Qui dal lunedì al venerdì, è vietata la circolazione delle auto Euro 0 e 1 a benzina e diesel fino a Euro 3. A Padova fino al 30 aprile sarà invece vietata la circolazione delle Euro 0 e 1 a benzina e le diesel fino a Euro 4. I giorni sono sempre da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 18.30.

A Roma, a partire da novembre e dal lunedì al sabato, non sarà possibile circolare con le auto a benzina fino a Euro 2 e diesel fino a Euro 3 grazie alla Fascia Verde. Questa prevede anche delle sanzioni in caso d’infrazione. Circolazione vietata anche a Firenze per le auto Euro 0 e 1 a benzina e le diesel fino a Euro 4 nella zona Ztl. Sempre da lunedì al venerdì e dalle 8.30 alle 18.30. Infine, a Napoli da ottobre a marzo non potranno circolare le auto Euro 0 e 1 a benzina e diesel fino a Euro 4. Dunque segnatevi date e modelli di auto prima di trovarvi una bella sanzione.

Argomenti: , ,