'Covid nuove regole, che Natale sarà? Green pass, spostamenti e pranzi

Covid nuove regole, che Natale sarà? Green pass, spostamenti, pranzi e viaggi: tutte le ipotesi

Covid nuove regole a Natale, cambia qualcosa? 

di , pubblicato il
Migliori ristoranti italiani nel mondo

Nuove regole in vista per il prossimo Natale e per evitare chiusure e lockdown per tutti a causa della quarta ondata covid? Il nostro paese sarà in prevalenza bianco a Natale ma alcune regioni rischiano seriamente di finire in zona gialla entro fine novembre.

Covid nuove regole a Natale, cambia qualcosa?

Sicuramente rispetto al Natale dello scorso anno ci saranno molte più libertà, sarà possibile spostarsi, andare in vacanza, pranzare con i parenti e nei locali ma sempre con il Green Pass a portata di mano. Il Governo, infatti sta pensando di rendere più breve la durata del pass da 12 a 9 mesi o fino a 6 senza contare che a giorni potrebbe decidere se dare il pass solo ai vaccinati e guariti o ridurre la durata del tampone molecolare e antigenico da 72 a 48 ore e da 48 a 24 ore.

Viaggi, spostamenti e cenoni

Alcune regioni, intanto, potrebbero finire in zona gialla entro le feste e questo vorrebbe dire dover portare la mascherina anche all’aperto e limitare il numero di commensali ai tavoli dei ristoranti. Non si escludono neppure restrizioni locali nelle aree a maggior rischio. Per gli spostamenti a Natale, per adesso non si prevedono problemi. Quelli tra regioni italiane rimangono liberi anche in zona gialla, per andare e tornare dai paesi Ue, invece, serve il Green Pass e la compilazione del modello PLF per tornare in Italia.

Per tornare da altri paesi, invece, oltre al pass serve anche un tampone molecolare. Le regole poi variano di paese in paese, mentre per Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto sono in vigore i corridoi turistici.
Per feste e cenoni in zona bianca non ci saranno limiti mentre in zona gialla il tavolo al ristorante potrà essere occupato solo da 4 persone a meno che non siano tutti conviventi, le discoteche, invece, saranno chiuse sia in zona gialla che in zona arancione e rossa.

Nessun cambiamento per i negozi, che restano aperti ma sempre con l’obbligo della mascherina.

Dal 27 novembre è prevista la riapertura degli impianti sciistici con le cabinovie che potranno riempirsi all’80%. Per tutti sarà obbligatorio avere il Green Pass, saranno incentivati anche gli acquisti degli skipass online, saranno anche creati percorsi ad hoc all’interno degli impianti sciistici mentre per visitare i mercatini di Natale in Trentino Alto Adige, quasi ovunque è richiesto il Green Pass.
I governatori delle regioni, intanto, chiedono di “Anticipare eventuali scenari di criticità causa covid e interventi condivisi partendo dalla considerazione dei danni economici incalcolabili legati all’incertezza che i prossimi passaggi di zona rischierebbero di provocare alle attività”. Si parla a tal proposito di Green Pass a due velocità ossia restrizioni vere in zona arancione solo per i non vaccinati.

Vedi anche: Nuovo decreto Green Pass separati e no vax: ipotesi divieti differenziati per ristoranti, bar e cinema

Argomenti: ,