Covid, improvviso crollo dei contagi, ma com’è il tasso di positività?

Brusco calo dei contagi da Covid, ma bisogna scoprire qual è la percentuale dei positivi rispetto ai tamponi processati.

di , pubblicato il
omicron 5

Si continua a parlare di Covid e lo si fa con i freddi numeri che però devono essere riscaldati dalla logica, così da capire come stanno andando le cose. Sono 32.573 i nuovi positivi registrati ieri, quindi un grosso calo rispetto ai giorni scorsi. Ma sono davvero pochi? Per capirlo dobbiamo fare ulteriori analisi.

Contagi Covid, i numeri

In calo come dicevamo i numeri dei contagi, ma ciò che ci fa capire se davvero l’infezione è in remissione è il tasso di positività, e ci sono dati incoraggianti anche in questo senso. Scende infatti al 14,9% il tasso di positività, una percentuale comunque alta, ma decisamente inferiore a quella dei giorni scorsi. Per quanto riguarda i decessi, sono invece 119 i morti registrati ieri.

Per quanto riguarda infine le ospedalizzazioni, la situazione rimane sempre delicata, con un preoccupante aumento registrato nei reparti di degenza. I ricoveri infatti sono + 298, mentre scendono quelli in terapia intensiva, con 4 pazienti in meno. Andiamo oa vedere ora la situazione per quanto riguarda i contagi regione per regione.

Covid, contagi regione per regione

Lombardia: +2.544
Veneto: +1.938
Emilia Romagna: +2.318
Campania: +3.500
Lazio: +4.405
Piemonte: +2.315
Toscana: +2.105
Sicilia: +2.798
Puglia: +3.020
Liguria: +599
Friuli-Venezia Giulia: +288
Marche: +1.055
Abruzzo: +832
Calabria: +2134
P.A Bolzano: +306
Umbria: +764
Sardegna: +854
P.A Trento: + 115
Basilicata: +521
Molise: +150
Valle d’Aosta: +17

Potresti essere interessato anche a Green Pass per aerei e hotel: cosa cambia per i viaggi dal 1° aprile

Argomenti: