Covid, calano i morti e i contagi, ma il tasso di positività è alle stelle

Casi Covid in netto calo, la situazione si fa sempre più preoccupante però se si considera il tasso di positività.

di , pubblicato il
covid

Così proprio non va, il Covid continua a essere una minaccia anche se ormai nessuno più ne parla. A giudicare dai numeri siamo tutti ormai contagiati, il tasso di positività infatti sta arrivando alle stelle. Probabilmente però il virus è diventato davvero poco aggressivo.

Covid, la situazione in Italia

Siamo oramai in una situazione di picco massimo dei contagi, e ancora non accenna a scendere la curva in questo senso. Eppure per quanto riguarda i freddi numeri, in realtà non ci sarebbe da stare preoccupati, visto che si registra un netto calo dei positivi. Il fatto è che i tamponi fatti sono davvero pochi rispetto ai giorni scorsi, ecco il motivo del calo dei contagi. Si tratta quindi di un calo semplicemente apparente. I numero in questo caso sono impietosi se parliamo infatti di tasso di positività che ha raggiunto infatti il 17,9%.

Per quanto riguarda i contagi, sono 24879 i nuovi positivi, mentre i decessi registrati sono 93. Passiamo alle ospedalizzazioni: preoccupanti anche i Rico veri dove si registra un pericoloso +155 per quanto riguarda i reparti di degenza. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 26, ieri 34.

Covid, i contagi regione per regione

Chiudiamo con la situazione regione per regione, ossia i contagi nelle varie regioni del parse con Campania e Lombardia che continuano a mantenere numeri altissimi:

172.384 in Campania
157.409 in Lombardia
158.334 nel Lazio
121.188 in Sicilia
105.381 in Puglia
85.975 in Calabria
74.321 in Veneto
63.259 in Piemonte
57.830 in Emilia Romagna
54.032 in Toscana
53.533 in Abruzzo
30.932 in Sardegna
28.797 in Basilicata
23.886 in Friuli Venezia Giulia
17.565 in Liguria
12.647 in Umbria
8.893 in Molise
7.010 nelle Marche
3.933 a Bolzano
3.846 a Trento
1.445 in Valle d’Aosta

Potrebbe interessarti anche Chi deve fare la quarta dose del vaccino anti-Covid? Risponde Roberto Burioni a Che Tempo Che Fa

Argomenti: