'Covid-19, ponte Immacolata 2021: cosa si potrà fare e cosa e no

Covid-19, ponte Immacolata 2021: cosa si potrà fare e cosa e no, dai viaggi allo sci fino allo shopping

Cosa si potrà fare e cosa no, dallo shopping allo sci fino ad arrivare ai viaggi per il ponte dell'Immacolata a causa del Covid-19.

di , pubblicato il
Covid-19 ponte immacolata

Il ponte dell’Immacolata ci sarà a partire dall’8 dicembre 2021 per chi potrà e durerà ben 5 giorni.  Ancora non si sa, però, quale sarà la situazione del paese a causa della nuova emergenza da Covid-19. È però probabile, visto l’aumento dei casi, che qualche regione sarà in zona gialla o arancione. Ovviamente in base ai colori cambieranno le regole e di conseguenza alcune cose si potranno fare ed altre no. Ecco maggiori dettagli.

Covid-19, ponte Immacolata 2021: cosa si potrà fare e cosa e no

Ancora non si sa quale sarà la situazione pandemica del paese per l’Immacolata per cui prima di organizzare un viaggio sarà necessario ricordare le regole per le diverse zone a colori. In zona bianca (che è quella odierna) si può fare tutto ovvero stare in famiglia e con gli amici, visitare i musei, andare al ristorante e fare shopping. C’è solo l’obbligo di mostrare il green pass prima di entrare nei luoghi pubblici ma anche sui treni, navi ed aerei. Ricordiamo che quest’ultimo a breve potrebbe subire un cambiamento e durare 9/6 mesi invece di 12. Per quanto concerne l’apertura degli impianti sciistici, la data è il 27 novembre e per accedervi la regione dovrà essere in zona bianca o gialla e sarà necessario mostrare il green pass. Il cabinovie potranno essere piene fino all’80% mentre le seggiovie al 100% e la mascherina come sempre sarà obbligatoria. Per i viaggi all’estero non c’è al momento alcun impedimento. Il Ministero della Salute consiglia però di limitarli a causa dell’aggravamento dei casi soprattutto in Austria. Bisognerà poi fare attenzione ai lockdown imposti dagli altri Stati in quanto per i turisti potrebbero esserci limitazioni.

Zona gialla, arancione e rossa: ponte dell’Immacolata 2021 

Qualora la regione dovesse tornare in zona gialla scatterà invece l’obbligo della mascherina anche all’aperto. In più ci sarà il limite di 4 persone al tavolo del bar o del ristorante, regola che non varrà per i conviventi. In zona gialla, poi, si ridurrà la capienza degli stadi al 50% e delle palestre al chiuso (30%). E non è finita, anche cinema, teatri e sale da concerto avranno spazio al 50% mentre le discoteche saranno chiuse. Ci si potrà però spostare tra una regione gialla e una bianca. Si crede che la prossima settimana almeno una regione passerà in tale zona, parliamo del Friuli Venezia Giulia dove le soglie sono oramai superate. Potrebbe passare, però, in zona gialla per il medesimo motivo, anche la provincia autonoma di Bolzano.

Ponte Immacolata 2021 a rischio a causa del Covid-19

Se la situazione epidemiologica dovesse peggiorare ancora, allora a dicembre qualche altra regione potrebbe passare in zona arancione. Significa in primis che non si potrà uscire dal proprio comune se non per motivi di lavoro, necessità o salute e con il green pass. Inoltre bar e ristoranti potranno solo consegnare a domicilio ma sarà consentito l’asporto. Le visite ai parenti e agli amici saranno possibili 1 sola volta al giorno massimo in due persone con minori di 14 anni. In più palestre, cinema, teatri e piscine saranno chiuse. Infine se una regione dovesse tornare rossa allora non si potrà effettuare alcuno spostamento. Non si potranno inoltre fare visite ad amici o parenti se non per motivi di salute, lavoro e necessità. Tutte le attività poi saranno chiuse tranne i servizi essenziali e per i bar e ristoranti ci sarà la possibilità di effettuare asporto e consegna a domicilio.
Leggi anche: Covid nuove regole, che Natale sarà? Green pass, spostamenti, pranzi e viaggi: tutte le ipotesi
[email protected]

Argomenti: ,