Coronavirus si trasmette da persona a persona: le FAQ del Ministero della Salute

Gli scienziati cinesi ritengono che il corona virus sia arrivato all'uomo tramite i serpenti.

di , pubblicato il
Gli scienziati cinesi ritengono che il corona virus sia arrivato all'uomo tramite i serpenti.

Sul sito ufficiale del Ministero della Salute viene comunicato che le Autorità Cinesi e l’Oms hanno confermato che è stata dimostrata la trasmissione del nuovo coronavirus da persona a persona. I casi di contagio pian piano stanno aumentando anche se in Italia ancora non ne figura fortunatamente nessuno. Ecco gli ultimi aggiornamenti che parlano di virus trasmesso all’uomo dai serpenti e le FAQ del Ministero in merito al coronavirus.

Il Coronavirus sarebbe stato trasmesso dai serpenti

Le ultime notizie in merito al Coronavirus che ha provocato ad oggi 25 morti e 616 contagi sarebbe arrivato all’uomo dai serpenti secondo quanto riferiscono gli scienziati Wei Ji, Wei Wang, Xiaofang Zhao, Junjie Zai, e Xingguang Li delle università di Pechino e Guangxi che hanno pubblicato la loro tesi sul Journal of Medical Virology.

Il virus sarebbe stato trasmesso ai serpenti dai pipistrelli e poi si sarebbe ricombinato e passato infine all’uomo. La ricerca è stata eseguita su campioni di virus provenienti da vari luoghi della Cina e da varie specie di ospiti. Secondo le attuali conoscenze, il periodo di incubazione del 2019-nCov sarebbe di 14 giorni.

Le FAQ del Ministero della Salute sul coronavirus

Il Ministero della Salute ha spiegato che i coronavirus fanno parte di una famiglia di virus che possono portare malattie come il comune raffreddore e più gravi come la Sars che è una sindrome respiratoria acuta. Il nuovo coronavirus è invece un novo ceppo che non è stato mai identificato nell’uomo e del quale si sa davvero poco.

Per quanto concerne la trasmissione all’uomo dagli animali, il Ministero comunica che da indagini dettagliate si è evinto che la Sars-CoV nel 2002 è stata trasmessa all’essere umano dagli zibetti (piccoli mammiferi simili alle manguste) mentre nel 2012 la Mers-CoV in Arabia Saudita è stata invece trasmessa dai dromedari.

Le altre FAQ

Per quanto concerne i sintomi del coronavirus, il Ministero della Salute ha sottolineato che dipende dal virus. I sintomi più comuni, però, risultano essere la tosse, la febbre, le difficoltà a respirare e nei casi più gravi anche insufficienza renale, polmonite ed anche la morte. La trasmissione di alcuni coronavirus può avvenire da persona a persona ma di solito dopo lo stretto contatto tra persona infetta ed un familiare o personale medico. Il vaccino per il coronavirus non esiste anche perché è una malattia nuova per cui ci potrebbero volere degli anni per crearne uno.

Come proteggersi dal coronavirus

Per proteggersi dal coronavirus, il Ministero della Salute invita a lavare spesso le mani con delle soluzioni alcoliche o con acqua e sapone. Inoltre è importante starnutire sempre in un fazzoletto, utilizzare la mascherina e gettare in un cestino che si dovrà chiudere immediatamente il fazzoletto utilizzato. Sarà poi necessario evitare di mangiare carne cruda o poco cotta così come frutta o verdura non lavata o bevande non imbottigliate. Infine sarà importante evitare il contatto ravvicinato con chi mostra di avere sintomi del virus come la tosse o gli starnuti. Il Ministero della Salute raccomanda infine di posticipare i viaggi verso Wuhan. Chi torna da tale località, invece, e sviluppa sintomi respiratori dopo 14 giorni dal rientro dovrà subito rivolgersi ad un medico ed informarlo del viaggio.

Leggete anche:  Virus Cina, 400 contagi e incubo Capodanno: in Europa il rischio diventa moderato

[email protected]

Argomenti: ,