Coronavirus, ecco tutti i casi nel mondo, c’è anche l’Italia

Coronavirus, in discussione il mercato di Wuhan, ecco dove ha già colpito nel mondo.

di , pubblicato il
Coronavirus, in discussione il mercato di Wuhan, ecco dove ha già colpito nel mondo.

Cresce la paura del contagio, il virus cinese, meglio noto come coronavirus, continua ad essere lo spauracchio di questo momento. Anche da noi in Europa c’è grande agitazione, soprattutto dopo che è stato confermato anche il primo caso in Germania.

Coronavirus, si teme anche in Europa

Salgono a 106 i morti per il virus cinese, mentre addirittura sembrano intorno ai 4 mila gli infetti finora accertati. Una cifra irrisoria se pensiamo che invece sul web c’è chi scrive che i contagiati sarebbero addirittura 100 mila. Come stanno realmente le cose però al momento nessuno sembra saperlo con certezza, tanto che anche il primo caso è stato rimesso in discussione.

Secondo le ultime, infatti, la prima vittima di coronavirus non sarebbe stata al mercato di Wuhan. Dei primi 41 casi esaminati dal gruppo di ricerca cinese guidato da Chaolin Huang, dell’ospedale Jin Yin-tan di Wuhan, 27 (pari al 66%) erano stati al mercato a partire dal 10 dicembre, ma il primo caso in questione risalirebbe invece al primo dicembre.

Questo mette chiaramente in discussione anche il motivo del contagio, se infatti la prima vittima non è stata in questo particolare mercato, allora non è qui a quanto pare da ricercare la causa del virus. Ma dove è apparso finora questo coronavirus? Ecco per ora le segnalazioni accertate: otto casi in Thailandia, altrettanti a Hong Kong. Altri cinque sono registrati in Usa, come in Australia, a Taiwan, a Macao; quattro in Giappone; quattro a Singapore, in Malesia; tre in Francia e in Corea del sud, due in Vietnam, uno in Canada e in Nepal, uno in Germania, e per finire anche un possibile caso in Italia, a Pistoia, dove la donna ricoverata è ancora sotto accertamenti per appurarne l’effettiva infezione.

Potrebbe interessarti anche Coronavirus si trasmette da persona a persona: le FAQ del Ministero della Salute

Argomenti: , ,