Coronavirus e spostamenti, la visita ai figli minorenni finalmente risolta

La visita ai figli tra gli spostamenti necessari incontrovertibili, il comunicato del decreto fa chiarezza.

di , pubblicato il
La visita ai figli tra gli spostamenti necessari incontrovertibili, il comunicato del decreto fa chiarezza.

Gli spostamenti in questa emergenza da Coronavirus sono ridotti davvero all’osso nel nostro paese, com’è giusto che sia. Si esce solo per assoluta necessità, ovvero motivi di salute, lavoro e per fare la spesa. Oppure caso di comprovata esigenza. Ma come comportarsi se si deve fare visita al figlio minorenne della propria (o del proprio) ex?

Coronavirus e i figli dei genitori separati

A quanto pare, l’annosa questione è stata affrontata e regolamentata a dovere. Il dibattito si scatenò subito, con tanto di giudici che dovettero ricorrere a nuove sentenze. Da qualche tempo anche il Sito del Governo ha fatto chiarezza ulteriore sulla cosa, tra l’altro equiparando sia i figli di coppie separate che quelli di ex coppie di fatto, in caso contrario naturalmente sarebbe stata una grave discriminazione da parte dello stato.

Ecco quanto si legge sul sito: “Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche da un Comune all’altro. Tali spostamenti dovranno in ogni caso avvenire scegliendo il tragitto più breve e nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario (persone in quarantena, positive, immunodepresse etc.), nonché secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio o, in assenza di tali provvedimenti, secondo quanto concordato tra i genitori”.

Insomma, Coronavirus o no, gli spostamenti per vedere i figli sono sempre consentiti, rappresentano infatti un fatto necessario. Naturalmente, sta ai genitori poi trovare la forma migliore per non rischiare e nel caso evitare facendo capire al bambino che non è ancora il momento di vedere il papà (o in rare eccezioni la mamma) e di aspettare tempi migliori.

Potrebbe interessarti anche Coronavirus e asintomatici: quanti sono i portatori sani, nuovi studi

Argomenti: , ,