Coronavirus e rischio bagno in mare: le risposte dell’Iss sul contagio

Che rischi ci sono a fare il bagno al mare? Sdraiarsi sul lettino è sicuro? Le risposte dell'Istituto superiore di Sanità.

di , pubblicato il
Che rischi ci sono a fare il bagno al mare? Sdraiarsi sul lettino è sicuro? Le risposte dell'Istituto superiore di Sanità.

Arrivano rassicurazioni da parte dell’Iss sul bagno in mare e il rischio contagio da coronavirus. Le nuove raccomandazioni sono contenute nel “Rapporto sulle attività di balneazione in relazione alla diffusione del virus SARS-CoV-2”, dove oltre a indicare il comportamento e le regole da seguire in spiaggia, si fa chiarezza sul pericolo di fare il bagno e il rischio contagio. 

 “Rischio trascurabile per chi fa il bagno in mare”

Le regole per le spiagge restano le stesse indicate di recente, a partire dal divieto di assembramenti, feste ed eventi. Sindaci e Comuni dovranno invece occuparsi della Gestione delle spiagge libere. Tornando al rischio di contagio e il bagno in mare, secondo l’Istituto superiore di Sanità, questo è davvero basso considerando la potenziale contaminazione delle acque da materiale infetto. In sostanza, grazie alle misure di controllo e monitoraggio, il rischio diventa davvero trascurabile. In sostanza fare al bagno al mare non è rischioso ma è necessario, anche in acqua, mantenere le distanze di almeno un metro. Già un’altra ricerca aveva messo in luce che il rischio di contagio in acqua è minimo e tutto dipende dalla distanza di sicurezza rispettata, ecco perché è meglio evitare giochi in acqua o incontri troppo ravvicinati mentre si sta facendo il bagno. 

Leggi anche: Fare il bagno al mare e coronavirus: ci si può contagiare nuotando?

Sdraiarsi sul lettino è sicuro?

Un altro quesito è relativo alla sicurezza del lettino in cui ci si sdraia in spiaggia. In questo caso le regole impongono che i gestori devono sanificare tutte le attrezzature, dunque anche lettini, sedie etc. Sdraiarsi nel lettino quindi è sicuro ma è sempre meglio appoggiare sotto un asciugamano per evitare ogni inconveniente.

Tra i divieti, infatti, c’è anche quello di evitare l’uso promiscuo di qualsiasi attrezzatura da spiaggia. Restano poi tutti i divieti relativi ad assembramenti, feste e happy hour, oltre all’accesso regolamentato con prenotazione, la registrazione degli utenti con relativo possibile tracciamento per tenere traccia, appunto, dei contatti e la pulizia giornaliera di superfici, arredi e attrezzi.

Leggi anche: Coronavirus e disinfezione: attenti a non esagerare, le parole di Brusaferro

[email protected]

Argomenti: ,