Coronavirus: accusato di trasmissione il pangolino e news circolare scuola bambini di ritorno dalla Cina

Da un ultimo studio dell'Università cinese emerge che il pangolino potrebbe essere l'ospite intermedio del coronavirus . Intanto in Ministero della Salute ha aggiornato la circolare per le scuole in merito a bambini e studenti di ritorno dalla Cina.

di , pubblicato il
Da un ultimo studio dell'Università cinese emerge che il pangolino potrebbe essere l'ospite intermedio del coronavirus . Intanto in Ministero della Salute ha aggiornato la circolare per le scuole in merito a bambini e studenti di ritorno dalla Cina.

Secondo un ultimo studio della South China Agricultural University il pangolino potrebbe essere l’ospite intermedio del nuovo coronavirus cinese. Intanto in Ministero della Salute ha aggiornato la circolare per le scuole in merito a bambini e studenti di ritorno dalla Cina.

Ecco tutte le ultime news.

News coronavirus: cosa c’entra il pangolino?

Il pangolino potrebbe essere l’ospitante del nuovo coronavirus cinese. Ciò significa che il nuovo agente patogeno sarebbe passato all’uomo dai pipistrelli attraverso questo animale. Questo è quanto comunica un ultimo studio cinese perché la sequenza genetica della nuova tipologia del coronavirus isolato nel pangolino è uguale al 99% a quella del virus nelle persone infettate e quindi negli umani.

Per chi non lo sapesse il pangolino è un mammifero con il corpo ricoperto di squame e, proprio per questo, sembra un mix tra l’armadillo ed il formichiere. È l’unico mammifero ancora in vita che rappresenta l’ordine dei folidoti e vive nelle zone tropicali del Su Est Asiatico, Asia Meridionale e Africa Subsahariana. Inoltre il pangolino risulta essere tra i mammiferi più commerciati al mondo in modo illegale. Proprio per questo tali animali sono considerati ad alto rischio estinzione in natura.

Tornando allo studio effettuato dalla South China Agricultural University, si evince che i test di biologia molecolare effettuati hanno rilevato che tali mammiferi hanno un tasso di positività al 70% al betacoronavirus. Gli scienziati hanno quindi effettuato l’isolamento virale e dall’analisi al microscopio hanno osservato che la sequenza del ceppo di coronavirus dell’animale era uguale al 99% a quella del virus nelle persone contagiate.

Il professore Shen Yongyi dell’Università che ha condotto il lavoro ha comunicato che solitamente gli ospiti intermedi sono più di 1 per cui potrebbe essercene un altro oltre al pangolino. L’invito è quindi quello di stare lontani dagli animali selvatici mentre l’augurio è quello di poter condividere quanto osservato fino ad ora con la comunità scientifica in modo tale da compiere insieme a quest’ultima ulteriori sforzi per individuare altri ospiti intermedi.

Aggiornamento circolare per le scuole in merito a bambini e studenti di ritorno dalla Cina

È stata aggiornata dal Ministero della Salute la circolare del 1° febbraio 2020 che conteneva indicazioni importanti riguardanti la gestione di studenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina. La circolare, a seguito della crescita del livello di diffusione del coronavirus 2019-nCoV, riguarda i bambini delle scuole dell’infanzia e gli studenti fino alla scuola secondaria di secondo grado di ogni nazionalità che quattordici giorni prima di arrivare in Italia sono stati in aree della Cina interessate dall’epidemia.

Nella nota si legge che i bambini ed i ragazzi hanno il diritto inalienabile di frequentare regolarmente e liberamente la scuola qualora non vi siano conclamate ed evidenti controindicazioni di carattere sanitario. Per questo, continua la nota: “in uno spirito di massima precauzione, il Dipartimento favorisce una “permanenza volontaria fiduciaria” a casa sino al completamento del periodo di 14 giorni dalla partenza dalla Cina“.

Leggete anche: Coronavirus ed influenza comune: quali sono le differenze, facciamo chiarezza

[email protected]

Argomenti: , ,