Contagi Covid ridotti all’osso, mai così pochi, eppure i morti salgono

Numeri contenuti, anzi contenutissimi per il Covid in Italia, e i contagi finalmente scendono ai minimi storici.

di , pubblicato il
Covid single

Sono davvero pochissimi i contagi registrati nella giornata di ieri, il Covid sembra stia davvero per dire la parola fine su questa pandemia, almeno nel nostro paese. Eppure i morti salgono rispetto al giorno precedente. Analizziamo i numeri.

Covid, i dati in Italia

Sono solo 7537 i nuovi positivi registrati dalla Protezione Civile nelle ultime 24 ore. I tamponi effettuati non sono effettivamente da record, ma comunque cala il tasso di positività, ora al 9,4%. Tutto positivo tranne che i decessi, che invece rispetto al giorno precedente sono in aumento. Sono infatti 62 le vittime registrate. Un numero comunque contenuto che non minaccia alcun allarme.

Per quanto riguarda invece le ospedalizzazioni, anche qui i numeri parlano chiaro e lo fanno in positivo. Si registra infatti un nuovo calo dei ricoveri, cosa che può far solo piacere visto che toglie ulteriore pressione al sistema sanitario nazionale, comunque da tempo tornato in regime di tranquillità. Nei reparti ordinari si registra un aumento di 47 unità, per un totale di 5.281 ricoverati, mentre in terapia intensiva ci sono 5  pazienti in meno, con 13 nuovi ingressi nell’ultima giornata e un totale di 255 ricoverati.

Covid, i contagi regione per regione

Concludiamo con i dati relativi ai contagi regione per regione, ecco i numeri:

Lombardia: +750
Veneto: +386
Campania: +824
Emilia Romagna: +826
Lazio: +1.233
Piemonte: +340
Toscana: +320
Sicilia: +563
Puglia: +518
Liguria: +118
Marche: +206
Friuli-Venezia Giulia: +60
Abruzzo: +192
Calabria: +437
Umbria: +154
P.A Bolzano: +49
Sardegna: +344
P.A Trento: +45
Basilicata: +119
Molise: +49
Valle d’Aosta: +4

Argomenti: