Clamoroso campionati Europei, la Russia si candida sfidando anche il mondo del calcio

Da Mosca la notizia della candidatura della Russia agli Europei di calcio del 2028 e del 2032

di , pubblicato il
sanzioni russia

Da Mosca arriva la notizia della candidatura della Russia agli Europei di calcio del 2028 o del 2032. È confermata anche candidatura dell’Italia per il 2032 che quindi, oltre ai russi, dovrà vedersela anche con la Turchia. Intanto stasera la nostra nazionale di calcio dovrà vedersela con la Macedonia del Nord con la semifinale per la qualificazione ai Mondiali 2022.

Candidatura Russia Europei di calcio 2028 o 2032

Il direttore generale del Rubin Kazan che è un membro del comitato esecutivo della Federcalcio russa, ha annunciato ieri la candidatura della Russia ad ospitare i campionati di calcio europei nel 2028 o 2032. Il direttore ha aggiunto che la Russia ha organizzato molte gare di alto livello e proprio per questo è pronta per ospitare anche tale importante competizione.

Oltre alla Russia per il 2028 c’è anche la candidatura della Turchia e non solo. Inoltre quella più gettonata congiunta di Irlanda e Regno Unito. Per il 2032, invece, la sfida della Russia sarà con l’Italia che ha ospitato gli Europei di calcio nel 1968 e nel 1980 e la Turchia. In ogni caso le candidature si potranno presentare fino al 12 aprile 2023 e la decisione ci sarà poi a settembre dello stesso anno. La FA inglese, intanto, in un comunicato ha affermato di credere che Euro 2028 possa essere uno dei più grandi eventi mai organizzati nel Regno Unito e in Irlanda. Questo grazie alla partnership di cinque federazioni calcistiche. Parliamo di Inghilterra, Galles, Scozia, Irlanda del Nord e Repubblica d’Irlanda.

Candidatura Russia per ospitare gli Europei

Tornando alla candidatura della Russia, essa è stata possibile grazie ad un cavillo giuridico nonostante tale nazione sia stata esclusa dal resto del mondo. La federazione russa di calcio, infatti, a differenza delle squadre nazionali e di club, non è stata sospesa dalla Uefa per cui ha risposto a tali esclusioni candidandosi.

  Rustem Saymanov, ha comunicato infatti che “La vita continua, siamo aperti e pronti, non dovremmo essere chiusi al confronto con Uefa e Fifa. C’è ancora tanto tempo, la situazione cambierà.”

Ricordiamo che la Russia ha ospitato la coppa del Mondo nel 2018 e che la sede della finale ovvero la stadio di Luzhiniki è stata usata la scorsa settimana per una manifestazione a sostegno di Vladimir Plutin. In tale luogo il presidente russo si è mostrato trionfante davanti ad un pubblico in festa per l’ottavo anniversario dell’annessione della Crimea.
Leggi anche:  Sorteggio Playoff Mondiali Qatar 2022: data, orario diretta tv e streaming e come funziona
[email protected]

Argomenti: ,