Cibo secco per cani: ecco le marche migliori secondo Altroconsumo

I risultati del test di Altroconsumo che ha analizzato 27 marchi di cibo per cani.

di , pubblicato il
I risultati del test di Altroconsumo che ha analizzato 27 marchi di cibo per cani.

Il Petfood per cani genera un giro d’affari di 1.000 milioni l’anno. La maggior parte dei proprietari di cani acquista cibi umidi e secchi per il proprio amico a 4 zampe ma muoversi tra le tante marche e offerte non è semplice. A fare chiarezza è arrivata un’indagine di Altroconsumo che ha analizzato 27 marche di cibo secco, come riporta il Corriere.

Le migliori marche e private label di cibo secco per cani

Il miglior cibo per cani secondo Altroconsumo è Classic Prairie Poultry di Acana, un cibo secco completo che ha ottenuto il punteggio di 81 su 100 per la qualità delle materie prime. Ottimi voti anche per Ancestral Grain di N&D, Royal Canin Medium Adult e la referenza al pollo di Science Plan di Hill’s. Un buon punteggio anche per i marchi Purina, Ultima Nature, Iams, Monge e Almo Nature mentre punteggio sufficiente per Schesir, Pedigree, Miglior Cane e Friskies. Oltre alle specifiche marche, sono state analizzate anche le private label, quindi i marchi proposti dalle catene distributive. Bao Plus di Esselunga è risultato essere il migliore con un punteggio di 71 su 100 così come la linea Top Bull di Conad e Amico Mio Selex “Expert active” con pollo fresco. Il cibo secco, spesso è preferito perché più igienico, facile da dosare e ottimo per l’igiene dentale dei nostri amici a 4 zampe.

Come orientarsi con i prezzi

Per quanto riguarda i prezzi non è facile dare una valutazione in quanto dipende molto dai formati, si va da pacchi di 1,5 kg a 10 kg, e dal negozio che li vende. In genere il costo medio varia da 0,17 cent per le crocchette di Radames Eurospin a 2,21 euro per le Cana Classic Prairie Poultry.

Altroconsumo invita anche a fare attenzione all’etichetta quando si acquista il cibo per il proprio amico a 4 zampe, per la precisione fare attenzione che quanto contenuto nella confezione sia effettivamente lo stesso che viene riportato nell’etichetta.

Leggi anche: Migliori dentifrici al mondo, c’è lo studio che ci svela le marche più sane

[email protected]

Argomenti: ,