Chi è Paola Egonu, l’azzurra che porterà la bandiera olimpica alla cerimonia d’apertura di Tokyo

Portabandiera azzurra alle Olimpiadi di Tokyo, ecco Paola Egonu.

di , pubblicato il
Paola Egonu

Mancano solo due giorni alla Cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Tokyo, il Presidente Coni Giovanni Malagò ha scelto la porta bandiera azzurra, sarà Paola Egonu che porterà la bandiera olimpica in rappresentanza dell’Italia. Ma chi è Paola Egonu? Scopriamolo insieme.

Chi è Paola Egonu?

È scoppiata in lacrime dalla commozione la Egonu quando ha ricevuto l’incarico da parte del Presidente del Coni. Molti probabilmente però non conosceranno la Egonu, in quanto l’Italia è un paese nel quale sostanzialmente per sport si intente quasi esclusivamente solo il calcio, tutti gli altri sport sono solitamente considerati di nicchia. Paola è una pallavolista di 22 anni, gioca nell’Immoto nel ruolo di opposto. È nata a Cittadella, in Veneto, nel 1988 da genitori nigeriani. La Egonu è in realtà già un personaggi balzato agli onori della cronaca rosa ottenendo una certa notorietà nel 2018 quando aveva rivelato la sua omosessualità e presentato la sua fidanzata, la pallavolista polacca Katarzyna Skorupa.

Sempre per quanto riguarda le cronache extra sportive, la Egonu è stata anche la doppiatrice di Sognaluna, uno dei personaggi del film Pixar Disney, Soul. Per quanto riguarda invece le sue imprese sportive, è fresca di triplate avendo vinto con il suo club Imoco, Champions League, campionato e coppa Italia. Si tratta del primo campionato nazionale per la pallavolista, mentre è la seconda Champions conquistata in carriera. Sono 4 invece le coppe Italia. Al palmares vanno aggiunti 3 supercoppe italiane e un mondiale per club.

Emogu alle Olimpiadi di Tokyo

Come dicevamo, grande commozione per Paola, la pallavolista ha così commentato la scelta di Malagò: “Sono molto onorata per l’incarico che mi è stato dato a far parte del Cio per portare la bandiera olimpica. Mi ha fatto emozionare appena il presidente Malagò me l’ha detto, perché mi ritrovo a rappresentare gli atleti di tutto il mondo ed è una grossa responsabilità: attraverso me esprimerò e sfilerò per ogni atleta di questo pianeta”.

Potrebbe interessarti anche Olimpiadi Tokyo 2020: calendario gare pallanuoto maschile e femminile, orari e dove vederle

Argomenti: