Certificazione per esenzione vaccino anti-Covid, attenzione: dal 28 febbraio cambia tutto

Novità per la certificazione relativa all'esenzione del vaccino anti-Covid, dal 28 febbraio niente più cartaceo.

di , pubblicato il
Nuovo vaccino covid quarta dose

Piccola grande novità per l’esenzione del vaccino Anti Covid. Non puoi fare il vaccino? Dal 28 febbraio cambia tutto e si tratta naturalmente di una batosta davvero pesante per coloro che non hanno grande dimestichezza con la tecnologia.

Esenzione vaccino anti-Covid, cambia la certificazione

Dal 7 febbraio la certificazione che sostituisce il Green Pass per coloro che non possono vaccinarsi per motivi di salute è disponibile sia in formato cartaceo che elettronico. Questo rimarrà invariato fino al 27 febbraio, dal giorno dopo, ossia il 28 febbraio, le cose cambieranno. Niente più certificazione cartacea, ma solo elettronica e si tratta di un colpo durissimo per tutte quelle persone che non sono in grado di gestire o non hanno proprio uno smartphone. Ecco le parole di Vittorio Colpo, ministro dell’Innovazione tecnologica e transizione digitale:

“Il nostro compito è quello di supportare le amministrazioni pubbliche nella digitalizzazione dei processi di rispettiva competenza. In quest’ottica si inquadrano anche gli interventi tecnologici oggetto della presente interrogazione, tesi a consentire il rilascio, l’esibizione e la verifica in digitale delle certificazioni di esenzione dal vaccino anti Covid 19. La digitalizzazione cui si riferiscono gli interroganti è, infatti, un servizio reso ai cittadini, che per ragioni di salute non possono sottoporsi al ciclo vaccinale”. 

Esenzione vaccino anti-Covid, mazzata per gli anziani

Colpire gli anziani è probabilmente il grande schema dietro questa manovra. Sono infatti loro quelli già a rischio con il Covid e sappiamo bene quanta difficoltà hanno nel gestire strumenti tecnologici. Molti di questi infatti si fanno stampare il Green Pass direttamente in farmacia, stessa cosa per chi ha invece l’esenzione. Ma se un anziano non può fare il vaccino per motivo di salute, perché deve essere messo in condizione di doverlo fare per forza? Insomma, ufficialmente la motivazione è quella di voler snellire le pratiche, e sicuramente questo è vero, in quanto non è possibile continuare a gestire scartoffie nel 2022, ma sappiamo quanta difficoltà genererà nelle vecchie generazioni un procedimento del genere.

Potrebbe interessarti anche Variante Covid Omicron 2 a confronto con Omicron 1, novità e raccomandazioni Oms

Argomenti: ,