Cascate italiane semi sconosciute, ma imperdibili, la classifica

Ecco la super classifica delle cascate italiane meno note, ma assolutamente fantastiche e quindi imperdibili.

di , pubblicato il
cascate italiane

Quali sono le cascate italiane più belle? Stavolta complichiamo la classifica e ci concentriamo su quelle meno note, ossia i luoghi naturali che sono meno in risalto ai più, ma che allo stesso tempo meritano ugualmente di essere visitate almeno una volta nella vita.

Cascate italiane più belle

Partiamo subito con il piede sull’acceleratore con le Cascate del Rutor in Valle d’Aosta (nella foto) che, figlie dell’omonimo ghiacciaio, offrono uno degli spettacoli naturali più belli della regione. Passiamo poi a Cascate di Chia (o del Fosso Castello) che sono situate a Chia, in provincia di Viterbo. Proseguiamo la nostra carrellata con la Cascata del Marmarico che con i suoi 114 metri di altezza è la più alta di tutto l’Appennino Meridionale.

Andiamo avanti spediti con Chiusaforte, in provincia di Udine. A questo punto concentriamoci su Colle Val d’Elsa in provincia di Siena, per scoprire la Cascata del Diborrato, altra cascata assolutamente imperdibile. Così come è imperdibile la Cascata della Morricana che è situata sul versante orientale del Monti della Laga.

Tra gli ultimi colpi ad effetto ci sono poi le Cascate di Saènt che si trovano a Rabbi in provincia di Trento. Infine, chiudiamo con le Cascate di Pale che prendono il nome dal borgo in cui il fiume scende verso la valle in provincia di Perugia.

Argomenti: