Calcio Napoli, striscioni eloquenti dei tifosi contro Luciano Spalletti e Aurelio De Laurentiis

Polemiche a Castel Volturno, striscioni dei tifosi del Napoli contestano l'allenatore e il Presidente. Futuro incerto.

di , pubblicato il
telecronisti

Forti contestazioni da parte della tifoseria del Napoli. A farne le spese stavolta sono Luciano Spalletti, tecnico della squadra, e Aurelio De Laurentiis, il presidente. Spuntano striscioni a Castel Volturno che chiedono all’allenatore di andare via senza mezzi termini, mentre al Presidente della società viene mostrata tutta la propria delusione per uno scudetto mancato ancora una volta.

Striscioni tifosi calcio Napoli

I tifosi contestano fortemente il tecnico chiedendone praticamente le dimissioni. Come al solito l’umorismo partenopeo non fa sconti e si palesa anche nelle proteste: “16-10-21: Spalletti, la Panda te la restituiamo… Bast’ ca te ne vaje!”. Questo lo striscione apparso a Castel Volturno. Nel mese di ottobre infatti il tecnico aveva subito il furto dell’auto e nulla più si era saputo della sua macchina. I presunti ladri hanno risposto in questo modo, anche se pensiamo si tratti più di una semplice battuta dei tifosi, mentre i reali responsabili del furto saranno ben lontani dagli interessi sportivi della società.

Trattamento simile anche per il presidente De Laurentiis, contestato fortemente da altri striscioni inequivocabili. “Al trionfo preferisce il portafoglio gonfio, la nostra vessazione è avere un presidente cialtrone!”. Questa la frase che i tifosi hanno rivolto al presidente, chiedendogli a gran voce di anteporre la voglia di vincere agli incassi e al fatturato della società. In realtà, il Napoli ha fatto un enorme salto di qualità da quando è arrivato il presidente De Laurentiis, ma indubbiamente il grande trionfo dello scudetto è sempre mancato e rimane la nota stonata della sua gestione societaria.

Striscioni tifosi calcio Napoli, polemiche e amarezze

“10 maggio 1987: 35 anni or sono, altri uomini, altri valori. Della mer.. attuale preserviamo solo i colori” è questo il terzo striscione apparso a Castel Volturno.

L’amarezza si concentra tutta qui, anche quest’anno lo scudetto sembrava alla portata, anzi forse mai come in questa occasione, il Napoli aveva grandi opportunità di vincerlo, visto che al primo posto ora c’è la squadra probabilmente meno attrezzata delle 4, il Milan. Incerto a questo punto il futuro di Spalletti, anche se il presidente lo vedeva al centro del progetto anche per il prossimo anno.

Argomenti: