'Calciatori Serie A positivi al Covid, novità rinvio partite

Calciatori Serie A positivi al Covid, ecco come e quando le partite saranno rinviate

Attesa per oggi la ratifica dell'Assemblea Calcio sul nuovo protocollo inerente al rinvio delle partite nel caso di calciatori Serie A positivi al Covid.

di , pubblicato il
formazioni serie a

Potrebbe esserci una novità che riguarda i calciatori di Serie A entrati in contatto con dei positivi al Covid-19. Costoro non saranno messi più quarantena e il motivo è quello di salvare il campionato. La ratifica di questa decisione dovrebbe arrivare oggi salvo ripensamenti dell’ultimo momento. Inoltre per scendere in campo ogni squadra dovrà al massimo avere un numero di positivi del 35%. Oltre questa soglia la partita dovrebbe essere rimandata automaticamente.

Calciatori Serie A positivi al Covid: le novità

Per salvare il campionato, i giocatori non saranno più messi in quarantena dalle Asl qualora entrino in contatto con dei positivi. Questo è il primo punto che potrebbe avere il via libera oggi.  Se una squadra, poi, avrà più del 35% di positivi allora la gara sarà rinviata. Queste dovrebbero essere le nuove regole la cui ratifica è attesa per oggi dall’Assemblea di Lega Calcio. Venerdì, invece, si attende il via libera del Comitato tecnico Scientifico.

Il nuovo protocollo, che sarà applicato anche in altre discipline, prevede due cose fondamentali. La prima è che i giocatori fino a che saranno negativi non andranno in quarantena. Quindi potranno giocare ed allenarsi “in bolla” come l’anno scorso. Dovranno fare però il tampone rapido ogni giorno per almeno cinque giorni e avranno l’obbligo di portare la mascherina FPP2 quando sono fuori dal campo.
Per quanto riguarda invece la regola dei 13 giocatori, essa non ci sarà. Il protocollo prevede infatti che una squadra potrà scendere in campo se avrà fino ad un massimo del 35% di positivi. Oltre questa soglia la partita sarà rinviata. Il Ministro della Salute Speranza avrebbe voluto abbassare ancora di più questa soglia ma alla fine è questo il compromesso trovato.

Ecco un esempio: in una squadra di 33-34 calciatori si potrà giocare se non si supereranno gli 11 casi di positività. Secondo questo nuovo criterio, quindi, le squadre che rischiano più di tutte di non giocare sarebbero l’Udinese e il Verona. La prima infatti consta di dodici positivi mentre l’altra di undici positivi.
Leggi anche: Serie B 2022 in diretta streaming, come vedere live il torneo cadetto con queste 3 opzioni
[email protected]

Argomenti: ,