'Boom contagi, allarme vacanze di Natale a rischio per 10 milioni di italiani

Boom contagi, è allarme vacanze di Natale a rischio per 10 milioni di italiani

Allarme vacanze di Natale a rischio per 10 milioni di italiani. Le previsioni.

di , pubblicato il
Tavola di Natale

Il nuovo boom dei contagi, potrebbe mettere a rischio le vacanze e i cenoni e pranzi di Natale. A lanciare l’allarme è stata Coldiretti, che aveva già annunciato che almeno 10 milioni di persone erano intenzionate a partire per le vacanze.

Allarme vacanze di Natale a rischio per 10 milioni di italiani

Secondo Coldiretti, a pagare il prezzo più alto sono gli hotel e le strutture ricettive ma anche il settore alimentare e quello del divertimento. Se i contagi, infatti, dovessero ancora aumentare non è da escludere che molte persone cancelleranno le prenotazioni alberghiere, con la conseguente cancellazione di molti eventi legati al Natale come i mercatini:

“A rischio c’è un tessuto produttivo già duramente provato – ricorda la Coldiretti – che contava di ripartire dopo un Natale 2020 segnato dal lockdown e il sostanziale azzeramento delle presenze turistiche nazionali ed estere”

In particolare per quelle regioni che finiranno in zona gialla il fatto di dover indossare la mascherina all’aperto e il taglio al 50% della capienza nei luoghi pubblici, come il limite dei posti a tavola, si potrebbero notare cali drastici nelle prenotazioni.

Le previsioni per Natale, solo con vaccinati secondo gli esperti

Anche l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco al Corriere della Sera, ha parlato di come sarà il prossimo Natale:

“Se invito da me, i non vaccinati non entrano. Se sono io a essere ospite, mi accerto che i convitati siano muniti di passaporto verde, altrimenti mi dispiace, non vado. Così facendo ho la presunzione di fare pressione, di far sentire i no vax fuori luogo, la loro presenza sconveniente. Un po’ come succedeva con l’introduzione del divieto di fumo”

Secondo Lopalco se tutti si comporteranno bene, è ragionevole essere ottimisti e non pensare alle chiusure, ma bisogna indossare la mascherina anche nei luoghi affollati all’aperto.

Durante i cenoni, l’invito più o meno è sempre lo stesso, ossia non invitare a cena i no-vax ed evitare di festeggiare con persone senza vaccino evitando anche abbracci e baci con persone sconosciute.

Vedi anche: Quarta ondata covid, ipotesi shopping di Natale con ingressi contingentati anche nei mercatini

Argomenti: ,