Bonus cinema 2022 con il tax credit, le ultimissime sulle domande con i nuovi esiti

Arrivano gli esiti relativi alle domande sulla tax credit cinema, ecco quali sono gli aventi diritto e cosa comporta.

di , pubblicato il
beatles

Arrivano gli esiti relativi alle domande per la tax credit cinema. Le imprese cinematografiche che ne avevano fatto richiesta durante la grande crisi del 2021, ora possono finalmente venire a conoscenza dell’esito della proprie richieste.

Tax credit cinema, c’è la risposta

Il 2021 è stato un anno di grandi novità per gli incentivi, la tal credit cinema ha preso sotto braccio il mondo della cinematografia fortemente colpito dal Covid e sono state tante le imprese del settore che hanno fatto domanda per avere aiuto, agevolazioni e incentivi vari al fine di sopravvivere alla pandemia. Potenziato il pacchetto di agevolazioni previsto dalla legge n 220 del 2016, una delle nuove cose inserite è l’innalzamento dell’aliquota massima dei crediti di imposta al 40%, che prima si fermava invece al 30%.

Ma chi prende il bonus cinema? Ecco a chi sono destinati questi incentivi in tutte le sue forme:

imprese di produzione;
imprese di distribuzione;
imprese dell’esercizio cinematografico e le industrie tecniche e di postproduzione;
potenziamento dell’offerta cinematografica;
imprese italiane di produzione esecutiva e di post-produzione, in relazione a opere realizzate sul territorio nazionale su commissione di produzioni estere;
imprese non appartenenti al settore cinematografico e audiovisivo.

Tax credit cinema, I bonus

I buoni rilasciati saranno utilizzabili a partire dal 10 marzo, resi pubblici ora i nuovi decreti e la lista dei beneficiari. La delibera è stata rilasciata il 28 febbraio, per quanto riguarda invece i bonus rilasciati, sono utilizzabili dal giorno 10 del mese successivo alla comunicazione di riconoscimento del credito di imposta. Ulteriori aggiornamenti sul tal credit cinema saranno persi disponibili qualora arrivino nuovi decreti direttoriali specifici.

Potrebbe interessarti anche Pandemia e emergenza Covid dopo il 31 marzo, ecco le indicazioni del commissario straordinario

Argomenti: