Bonus 2015: tutte le novità della Legge di Stabilità per l’anno prossimo

Tutti i bonus previsti dalla Legge di Stabilità per il 2015: soggetti beneficiari, info e requisiti

di , pubblicato il
Tutti i bonus previsti dalla Legge di Stabilità per il 2015: soggetti beneficiari, info e requisiti

La Legge di Stabilità ha aggiornato il sistema di detrazioni e bonus. Ecco le maggiori novità del 2015 per i contribuenti.

Bonus bebè: requisiti e info

A tutte le famiglie che avranno un figlio nel 2015, il governo riconosce il cd bonus bebè pari a 80 euro mensili fino al terzo anno di età.   Il requisito economico è il non superamento dei 90 mila euro (soglia che include una grande percentuale di coppie).

Per la copertura finanziaria sono stati stanziati da subito 202 milioni ma la cifra potrebbe essere ulteriormente incrementata. L’attribuzione del bonus non è automatica: va fatta richiesta all’Inps.

Bonus casa 2015: ristrutturazioni e risparmio energetico

Confermati per tutto il 2015 anche gli sconti fiscali nella versione di manica larga per le ristrutturazioni in casa (50%) e per il risparmio energetico negli edifici (65%). Stando al testo attuale, dal 2016 si tornerà direttamente al 36%, senza aliquote intermedie di passaggio.

Bonus mobili ed elettrodomestici 2015: requisiti e condizioni

Con il Ddl di Stabilità il bonus mobili e grandi elettrodomestici è stato prorogato fino al 31 dicembre 2015. La detrazione irpef del 50% viene riconosciuta in dieci anni entro il tetto massimo di spesa di 10 mila euro. Possiamo notare quindi che i requisiti e i parametri restano sostanzialmente invariati rispetto al 2014. Anche il prossimo anno infatti potrà beneficiare della detrazione solo chi ha eseguito lavori di ristrutturazione edilizia in casa che possono essere indistintamente di manutenzione ordinaria o straordinaria. A tal proposito però il Ddl puntualizza espressamente che le spese per i mobili e per gli elettrodomestici sono conteggiate “indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di manutenzione”. Per quanto riguarda la categoria dei soggetti beneficiari hanno diritto alla detrazione: il proprietario o il nudo proprietario e il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie) nonché chi occupa l’immobile a titolo di locazione o comodato; Possono richiedere il bonus mobili anche i soci di cooperative, i soci delle società semplici, gli imprenditori titolari di ditte individuali ma limitatamente agli immobili non strumentali o merce. Per quanto riguarda invece le spese che danno diritto alla detrazione tra i mobili rientrano diverse tipologie come ad esempio letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli e sedie, comodini, sofà e poltrone, credenze e vetrine, mobili da cucina o per il bagno, complementi d’arredo per gli spazi esterni ecc.

Gli elettrodomestici invece devono essere di classe non inferiore alla A+, o A per i forni.

Bonus 80 euro in busta paga: stabilizzazione nel 2015

Nella legge di stabilità viene previsto in misura stabile il bonus Irpef per i lavoratori dipendenti con redditi bassi. L’importo pieno (80 euro al mese) spetta a chi ha un reddito non superiore a 24 mila euro. La cifra decresce gradualmente in misura inversamente proporzionale al reddito (fino a 26 mila euro).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: