Bollettino covid e asintomatici, quarantene e tamponi: come possono cambiano le regole

Bollettino covid, come potrebbero cambiare le regole.

di , pubblicato il
covid regno unito

In arrivo nuove regole sui bollettini covid, dopo la richiesta delle Regioni che vorrebbero distinguere tra positivi sintomatici e asintomatici, ridurre la durata della quarantena per chi sta bene e togliere il tampone per la fine dell’isolamento.

Bollettino covid, come potrebbero cambiare le regole

L’Iss, però, al momento avrebbe stoppato le richieste anche se le Regioni sembrano andare avanti e il Governo dovrebbe trovare un punto di incontro. Quasi sicuramente, dovrebbe essere mantenuto il calcolo complessivo e si dovrebbe poi distinguere tra positivi asintomatici e sintomatici nella conta giornaliera. Il Comitato Tecnico Scientifico dovrebbe riunirsi in mattinata anche se il documento non è ancora pronto, ma si inizierà a valutare i vari aspetti. Tra i punti più controversi, quello di togliere dalla conta i ricoverati positivi che non sono in ospedale per le complicazioni da covid.

Come scrive La Stampa, però, senza questa modifica nessuna regione passerebbe più in arancione, visto che conta di per sè già al 30% nella conta. Di fatto togliendo questa parte dal conteggio, molte regioni tornerebbero in zona bianca anche se poi negli ospedali i ricoveri sono al 27% occupati da pazienti positivi. Secondo le Regioni, di questo passo, il paese collasserà a febbraio tra positivi in quarantena e guariti che a causa dei sistemi in tilt non riescono a farsi aggiornare il Green Pass.

Le richieste delle Regioni

Insomma, è tutto da vedere ma le richieste da parte delle Regioni al vaglio rimangono le seguenti:

-nessun isolamento per chi è positivo al tampone ma ha la terza dose
-quarantena di 7 giorni per chi è asintomatico e ha la terza dose
-distinguere i contagi tra asintomatici e sintomatici e l’occupazione dei posti letto tra pazienti Covid e non.


A La Stampa, il microbiologo Andrea Crisanti ha dichiarato che: “La verità è che le Regioni stanno facendo di tutto pur di non diventare rosse dopo che il governo non ha chiuso per tempo ristoranti e locali di ritrovo. Draghi vuole fare come Boris Johnson senza dirlo. E i presidenti di Regione tentano di non finire vittima dello scaricabarile dei contagi”.

Vedi anche: Contagi Covid Omicron fuori controllo, ma Bill Gates è ottimista: ecco perché

Argomenti: ,