'Birra e vino con pesticidi: i marchi che conterrebbero glifosato secondo uno studio

Birra e vino con pesticidi: i marchi che conterrebbero glifosato secondo uno studio

Uno studio del gruppo US PIRG avrebbe trovato tracce di glifosato in 19 marchi su 20.

di , pubblicato il
Migliori birrifici

Il tema del glifosato è sempre in auge. Aumentano tante notizie sconcertanti su questo pericoloso erbicida considerato cancerogeno. Un recente studio addirittura avrebbe portato alla luce che anche alcune marche di birra e vino conterrebbero il pesticida Roundup della Monsanto.

Quanto potrebbe essere pericoloso il glifosato

Di recente abbiamo parlato delle migliori o peggiori farine per la pizza Le migliori farine per la pizza: marchi con più e meno residui di pesticidi e glifosato, il test de Il Salvagente. Anche in questo caso sotto accusa ci sono le tracce di pesticidi e glifosato che potrebbero essere potenzialmente pericolosi per la salute. La ricerca continua in tal senso, si cerca di capire davvero quanto questa sostanza possa davvero risultare pericolosa per i cittadini, soprattutto se assunta per molto tempo. La storia della Monsanto condannata a risarcire per più di 200 milioni di dollari il giardiniere americano a cui fu diagnosticato un cancro a causa dei prodotti dell’azienda che egli utilizzava ha fatto scuola.

Le birre e i marchi di vino con il glifosato

Tornano alla birra e al vino, uno studio del gruppo US PIRG, come riporta Greenme, avrebbe trovato tracce di glifosato in 19 marchi su 20. Non è la prima volta che si parla di questo studio.

Tra le marche di vino dove furono trovate tracce dell’erbicida ci sono Sutter Home Merlot, con 51,4 parti per miliardo, seguono Beringer Founders Estates Moscato: 42,6 ppb, Cabernet Sauvignon: 36,3 ppb, Inkarri Malbec, certificato biologico: 5,3 ppb e Frey Organic White White: 4,8 ppb.

Per quanto riguarda le birre al glifosato, invece, le marche riportate dallo studio sembrano più conosciute. Anche in questo caso si va quella con più tracce trovate al marchio con meno tracce (da 49,7 ppb del primo al 5,7 ppb dell’ultimo)

  1. Birra Tsingtao
  2. Coors Light
  3. Miller Lite
  4. Budweiser
  5. Corona Extra
  6. Heineken
  7. Guinness
  8. Stella Artois
  9. Ace Perry Hard Cider
  10. Sierra Nevada Pale Ale
  11. New Belgium Fat Tire Amber Ale
  12. Sam Adams New England IPA
  13. Stella Artois Cidre
  14. Lager organic di Samuel Smith

Secondo la Bayer i dati riportati sarebbero comunque sotto i limiti di sicurezza istituiti dall’Epa ma rimane il dubbio, anche considerando la storia del giardiniere americano, su come a lungo andare questo potrebbe avere effetti negativi sulla salute dell’uomo.

Continuano dunque gli studi in merito per arrivare a maggiori certezze. 

Intanto la Camera ha approvato con 453 voti a favore la mozione promossa da Rossella Muroni(Liberi e uguali) e Serse Soverini (Gruppo Misto) per dare vita a “iniziative volte a vietare l’utilizzo dei pesticidi e dei diserbanti nelle produzioni agricole, favorendone lo sviluppo con metodo biologico”. Si chiedono più controlli sui  prodotti importati dai Paesi terzi, soprattutto per quelli in cui c’è il rischio di trattamento con il glifosato oltre la soglia consentita.

Leggi anche: Attenzione al glifosato: aumenterebbe il rischio di linfomi

Argomenti: , , ,