Bielorussia: chi è il presidente Aleksandr Lukashenko, fedelissimo di Putin

Chi è il presidente della Bielorussia Aleksandr Lukashenko? Ecco alcune info sul fedele alleato di Wladimir Putin.

di , pubblicato il
fine guerra ucraina

In questi giorni volti vecchi e nuovi della politica mondiale stanno salendo alla ribalta, è il caso di Aleksandr Lukashenko, presidente della neutrale Bielorussia, il paese che potrebbe avere un ruolo fondamentale nella guerra tra Russia e Ucraina.

Chi è Aleksandr Lukashenko?

Ex esponente dell’esercito sovietico, oggi Aleksandr Lukashenko è considerato uno dei fedelissimi di Putin. Il presidente bielorusso è considerato da sempre un uomo forte e risoluto, ma ora c’è chi lo vede come un semplice burattino nelle mani del presidente russo. La situazione però è estremamente delicata, in quanto Lukashenko si propone come un elemento neutrale che nulla ha a che vedere con il conflitto che si è scatenato sui suoi confini. “Non c’è un solo soldato bielorusso, non un singolo proiettile in Ucraina” sono state le sue parole in merito alla guerra.

Sappiamo però che i tank russi sono passati proprio dalla Bielorussia per approdare in Ucraina e scatenare l’assedio di Kiev. Inoltre, è già partito il referendum per abrogare il divieto delle truppe russe di stanziare le proprie armi in Bielorussia, referendum che potrebbe quindi calare il velo e definire una volta per tutte la reale alleanza tra i due paesi. La situazione però rimane estremamente complessa, in quanto è atteso comunque un vertice diplomatico tra l’Ucraina e la Russia proprio in terra bielorussa, cosa che il presidente ucraino in un primo momento non voleva accettare, proprio perché non crede alla neutralità della Bielorussia.

Aleksandr Lukashenko, figura controversa

È definito il padre della patria, ed ha già accumulato ben sei mandati, essendo in carica come presidente dal 1994. La sua ascesa politica parte dall’ex Unione Sovietica e arriva ai giorni dell’indipendenza dei vari paesi che lasciarono nell’89 il blocco comunista per formare tanti stati indipendenti. Un plebiscito il suo primo mandato, con l’80% dei voti raccolti. Eppure le elezioni sono sempre state oggetto di polemiche, per molti addirittura truccate, tanto che nel nuovo referendum si vota anche la possibilità di limitare a due soli mandati la candidatura di un presidente. Oggi la Bielorussia, insieme al Kazakistan, forma con la Russia una sorta di triplice alleanza denominata delle “democrature”.

Potrebbe interessarti anche Guerra Russia-Ucraina, ecco cosa ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Che Tempo Che Fa

Argomenti: ,