'Basta tamponi rapidi, non servono a nulla, la pesante accusa dei virologi

Basta tamponi rapidi, non servono a nulla, la pesante accusa dei virologi

I tamponi rapidi stanno facendo più danno che altro, ecco l'intervento di Bassetti in tv che offre nuove soluzioni.

di , pubblicato il
Green Pass ospedale

Importante intervento ieri in tv da parte di Bassetti. Stavolta nell’occhio del ciclone i tamponi rapidi, ormai divenuti un vero e proprio trend del momento. Secondo il virologo (ma non è il solo) non servono a nulla e stanno facendo più danno che altro.

Tamponi rapidi, ora basta

L’efficacia dei test antigenici, comunemente noti come tamponi rapidi, è del 60%, il che significa che ha un margine di errore del 40%, una percentuale che è spaventosamente vicina alla metà. Ciò vuol dire che siamo quasi di fronte al lancio della monetine, sia in positivo che in negativo. Con il test rapido infatti la possibilità che il risultato sia errato è molto alta, sia che il soggetto sia positivo che negativo al Covid. Il tampone rapido quindi può creare falsi positivi, ma anche falsi negativi.

Bassetti tuona in tv affermando di non essere affatto d’accordo con la scelta di rendere libero questo test, poiché mette in circolazione potenziali positivi attestandoli come negativi, ecco perché sta facendo più danni che altro. Viceversa, potrebbe invece creare dei falsi negativi, spaventando e allarmando la popolazione con contagi che salgono in maniera vertiginosa, mentre magari i numeri sono invece errati.

Tamponi rapidi? Ecco la vera soluzione

La vera soluzione, sempre secondo Bassetti, è quella quindi di ritirare questa pratica del tampone rapido in farmacia e affidarsi esclusivamente al tampone molecolare, che ha invece una percentuale di affidabilità che si avvicina al 100%. Naturalmente, i costi sono più alti, per questo motivo secondo il virologo ligure il test va fatto solo se si hanno sintomi e sotto prescrizione medica. In effetti, questa faccenda dei tamponi ha creato un vero e proprio panico in questi giorni, scatenando forse anche oltre i meriti di Omicron lo spaventoso numero di contagi che stiamo contando da qualche giorno a questa parte.

Potrebbe interessarti anche Zona gialla e arancione: ecco le regioni che rischiano di cambiare colore da dopo Capodanno

Argomenti: