Autocertificazione per gli spostamenti, il modulo cambia ancora

Cambia ancora il modulo di autocertificazione per gli spostamenti degli italiani.

di , pubblicato il
Cambia ancora il modulo di autocertificazione per gli spostamenti degli italiani.

I nuovi cambiamenti e le restrizioni, ma anche i feedback degli stessi cittadini, hanno ora prodotto un nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti. Come sempre, è possibile scaricarlo dal sito ufficiale del Ministero dell’Interno.

Nuova autocertificazione

La nuova autocertificazione è visibile e comparabile all’interno del sito stesso alla voce Nuovo Modulo. Ma cosa cambia? Essenzialmente è stato aggiunto qualche punto in più relativo alle voci di responsabilità del cittadino che dichiara di doversi spostare. Ecco infatti le motivazioni da poter spuntare:

comprovate esigenze lavorative;
o assoluta urgenza (“per trasferimenti in comune diverso”, come previsto dall’art. 1, comma
1, lettera b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020); o situazione di necessità (per spostamenti all’interno dello stesso comune, come previsto
dall’art. 1, comma 1, lett. a) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo
2020 e art. 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 marzo 2020); o motivi di salute.

Cambiano però anche le informazioni da compilare all’inizio del testo, ora è infatti necessario aggiungere anche il domicilio oltre alla residenza, e soprattutto è fondamentale aggiungere dove è iniziato lo spostamento e dove è diretto. Gli italiani quindi sono tutti tenuti a stampare il nuovo modulo e portarlo con sé per spostamenti. In alternativa, se non si dispone di stampante, lo si può copiare e compilare interamente a penna.

Ecco dove scaricare il nuovo modulo dell’autocertificazione

Argomenti: ,