AstraZeneca ha prodotto un vaccino che protegge dal Covid per tutta la vita

Covishield, il vaccino di AstraZeneca che protegge dal coronavirus per tutta la vita.

di , pubblicato il
Vaccino obbligatorio

La multinazionale biofarmaceutica AstraZeneca ha prodotto un vaccino in grado di offrire una protezione contro il Covid che può durare per tutta la vita. Il vaccino in questione si chiama Covishield e viene somministrato attualmente in India.

Secondo uno studio condotto dagli scienziati di Regno Unito e Svizzera, e pubblicato sulla rivista Nature Immunology, i vaccini adenovirus prodotti da Johnson & Johnson e AstraZeneca hanno la capacità di addestrare il nostro organismo a produrre cellule T vitali per molti anni, anche fino a quando restiamo in vita.

Paul Klenerman, professore del dipartimento di medicina Nuffield di Oxford, ha confermato: “Milioni di persone hanno ricevuto vaccini contro l’adenovirus in tutto il mondo. L’obiettivo finale di questi vaccini è indurre una protezione a lungo termine del sistema immunitario, usando sia anticorpi che cellule T“.

Covishield, il vaccino di AstraZeneca che protegge dal coronavirus per tutta la vita

La ricerca scientifica si è basata su un modello animale, per mezzo del quale gli studiosi hanno osservato come gli adenovirus sia in grado di penetrare nelle cellule dei tessuti a vita lunga, con quest’ultime che vanno a poi a creare dei veri e propri campi da allenamento per le cellule T.

Ciò spiegherebbe anche l’ottima risposta del sistema immunitario riscontrata nei pazienti a cui sono stati somministrati i vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson (in aggiunta alla versione cinese e russa).

A che punto è la campagna vaccinale in Italia

Il 57,04% della popolazione italiana con età superiore ai 12 anni (pari a poco più di 31 milioni di persone) ha completato il ciclo vaccinale ed è ora immunizzata dal Covid-19.

Sempre stando ai dati aggiornati pubblicati sul sito del governo, in totale sono state somministrate 66.469.

852 di dosi.

Si va dunque verso il raggiungimento dell’obiettivo fissato dal generale Figliuolo nelle precedenti settimane, quando aveva confermato l’intenzione di arrivare al 60% delle completamente vaccinate entro fine luglio, e l’80% per entro settembre.

Vedi anche: Vaccinazioni, a che punto siamo in Italia e quando potremmo ritenerci fuori pericolo lockdown?

Argomenti: ,