ASMR da zero a mito, in pochi anni diventa fenomeno del web senza paragoni

Da argomento di nicchia e fenomeno incontrollabile del web, l'ASMR è diventato in pochi anni una della ricerche più effettuate su Youtube.

di , pubblicato il
Da argomento di nicchia e fenomeno incontrollabile del web, l'ASMR è diventato in pochi anni una della ricerche più effettuate su Youtube.

Sono ormai pochi coloro che ancora non sanno cosa sia l’ASMR, acronimo che sta per autonomous sensory meridian response. Da fenomeno di nicchia per pochi adepti è diventato in pochi anni un vero e proprio tormentone del web, con milioni di video su Youtube, piattaforma in cui il fenomeno prolifica particolarmente.

ASMR, il fenomeno del web

Come nasce un fenomeno del genere? E’ difficile rispondere a questa domanda, soprattutto quando il fenomeno in questione è così incredibilmente nuovo e ancora non storicizzato.

Al di là delle facili mode e tormentoni che su internet prolificano di giorno in giorno, ma che poi sostanzialmente durano spesso proprio il tempo di una giornata, l’ASMR va al di là di ciò che noi definiamo virale, anzi questo suo non esserlo mai probabilmente ha fatto sì che il fenomeno crescesse a poco a poco, fino a diventare ora uno dei punti di riferimento di Youtube.

Gli youtubers, che vivono facendo i sussurratori sono ormai tantissimi sul web, e prolificano anche nei gruppi Facebook. E’ innegabile però che in questo caso ci troviamo davanti a qualcosa di realmente emozionale, al di là infatti del nome fastidiosamente new age che si porta dietro, questo ASMR affonda le sue radici in sensazioni ancestrali che molti soggetti (se non tutti) sentivano ancora prima della nascita di internet. Possiamo infatti dire che l’ASMR non è un fenomeno che nasce con il web, ma che è stato reso famoso dal web.

Se da una parte infatti incontriamo persone che ancora oggi storcono il naso quando si parla di orgasmo cerebrale, ce ne sono invece tantissime che rispondono di aver sempre provato certe sensazioni, ma non sapevano come definirle. La scienza ufficiale sta intanto provando a dare una catalogazione al fenomeno, al momento però con risultati non ancora soddisfacenti. In ogni modo, se vi abbiamo incuriosito e ora volete sapere se anche voi provate una piacevole sensazione di rilassamento vedendo un video di un soggetto che parla a bassa voce o che fa dei piccoli impercettibili rumori con le mani, allora andate su Youtube, potreste trovare tra i tantissimi triggers, quello che fa al caso vostro e cancellare un po’ di stress dalla vostra giornata.

Potrebbe interessarti anche Università della birra a Milano, corsi dedicati agli operatori del settore

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: