Area B a Milano, dal 25 febbraio stop auto inquinanti: come funziona e veicoli interessati

Parte il 25 febbraio 2019 l'Area B a Milano: tutte le informazioni sui veicoli interessati, orari e deroghe e il link alla mappa.

di , pubblicato il
Parte il 25 febbraio 2019 l'Area B a Milano: tutte le informazioni sui veicoli interessati, orari e deroghe e il link alla mappa.

Milano si prepara alla nuova area B, che sarà in vigore dal prossimo 25 febbraio. Da questa data sarà vietata la circolazione dei veicoli inquinanti nell’area del centro storico, area C. Si parla della più grande ZTL (zona a traffico limitato) d’Italia. Lo scopo è ridurre le emissioni di polveri Pm 10 di 25 tonnellate e di ossidi di azoto di 900 – 1.500 tonnellate.

Come funzionerà e veicoli interessati

L’area B di Milano si differenzia dall’Area C per l’ampiezza. Mentre l’area C è una tassa per  ridurre il traffico cittadino, l’Area B ha lo scopo di ridurre l’inquinamento e chi non rispetterà i divieti pagherà una multa di 80 euro.

Il funzionamento dell’area B a Milano sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 19.30, per i veicoli diesel Euro 0, 1, 2 e 3, benzina Euro 0, a doppia alimentazione gasolio-GPL e gasolio-metano Euro 0, 1, 2, e i veicoli ingombranti superiori a 12 metri di lunghezza. La circolazione sarà dunque vietata per questi veicoli e dai prossimi anni si pensa di estendere ancora i limiti per ridurrre sempre di più le auto inquinanti. Da ottobre 2019, poi, anche i veicoli diesel Euro 4 faranno parte dell’Area B mentre dal 1 ottobre 2020 saranno vietati anche i veicoli benzina euro 1 e i veicoli per merci diesel euro 4 e diesel euro 0,1,2,3,4 con FAP omologato euro 4 installato dopo il 2018. Dal 25 febbraio saranno attive varie telecamere, circa 15, nell’Area B per controllare la zona, entro la fine dell’anno si pensa di installare 98 telecamere che dovrebbero arrivare a quasi 200 alla fine del 2020.

La nuova Area B di Milano si aggiunge all’Area C, già attiva, che comprende la zona delimitata dalla Cerchia dei Bastioni dove non possono accedere i veicoli diesel Euro 3 e Euro 4 senza FAP mentre gli altri possono circolare a pagamento nelle ore diurne. Si paga 5 euro per l’ingresso nel centro storico, dalle ore 7,30 alle 19,30

Deroghe, mappa e incentivi

Il Comune di Milano metterà a disposizione dei cittadini un sistema per vedere se il proprio veicolo potrà accedere o meno nell’Area B semplicemente inserendo la targa. Essendo un’area molto vasta che copre buona parte della città saranno valide delle deroghe per permettere ai cittadini di abituarsi. Durante il primo anno di attuazione si avranno a disposizione 50 giorni di circolazione libera, anche non consecutivi, per i residenti e 25 giorni per i non residenti, mentre già dal secondo anno i residenti avranno 25 giorni, gli altri 5 giorni. Sono già in cantiere, alcuni già esistenti, dei grandi parcheggi nelle aree limitrofe della città come i 200 posti a Comasina e i 2.550 a Bettola, tra Milano e Monza.

I cittadini avranno anche degli incentivi. Si parla di uno sconto del 70% sugli abbonamenti dei mezzi pubblici per chi ha un’Isee sotto i 20mila euro e incentivi statali e comunali per chi vuole cambiare auto.

Sul sito del Comune di Milano è disponibile la mappa.

Leggi anche: Area B Milano: 5 milioni per sostituire auto inquinanti, arrivano incentivi anti-smog e nuovi divieti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,