Amore bestiale a Presadiretta con Riccardo Iacona, anticipazioni puntata del 21 febbraio

Le anticipazioni della puntata di Presadiretta in onda stasera 21 febbraio su Rai 3, ecco di cosa si parlerà.

di , pubblicato il
inchiesta Presadiretta

Torna l’appuntamento con le anticipazioni di Presadiretta, il programma d’inchiesta di Rai 3 in onda tutti i lunedì in prima serata. Scopriamo insieme di cosa si parlerà questa sera nello specifico.

Anticipazioni Presadiretta, puntata del 21 febbraio

Questa sera, lunedì 21 febbraio, in prima serata andrà in onda una nuova puntata di Presadiretta, il programma condotto da Riccardo Iacona. Un altro grande tema trattato con approfondimento e ricchezza di dettagli per l’inchiesta condotta dai giornalisti della redazione. Stavolta si parlerà del rapporto tra l’uomo e gli animali. La terza puntata sarà dunque incentrata su un tema che avrà per tutolo Amore bestiale. Cosa lega realmente i padroni ai loro animali domestici?

Sta diventando un tema particolare della nostra società, anche il Papa è intervenuto di recente sulla questione associando l’amore che i padroni riversano su questi animali a quello dei genitori verso i propri figli. Si tratta, secondo le parole del Papa, di un errore che non va commesso, ma è una situazione ormai molto frequente e che merita quindi un approfondimento davvero speciale, anche per il giro di affari che si cela dietro questo particolare rapporto.

Anticipazioni Presadiretta, amore bestiale

200 miliardi di euro all’anno, è questo il giro di affari che c’è dietro gli animali domestici. Cani, gatti e non solo sono diventati dei veri e propri familiari nelle nostre case. Si indagherà quindi non soltanto sulla questione economica ma anche su quella sociale e scientifica con analisi di eminenti scienziati che hanno cercato di capire cosa succede al nostro cervello quando si interagiste con un animale e perché oggi li vediamo come veri e propri familiari e non più soltanto con animali da compagnia.

Potrebbe interessarti anche La Russia invaderà l’Ucraina con un attacco su larga scala: la Nato lancia l’allarme

Argomenti: