Alta tensione tra Mario Draghi e Giuseppe Conte, il Governo italiano rischia la crisi di maggioranza?

L'aumento del PIL per la spesa delle armi rischia di creare crisi nel governo, è scontro tra Mario Draghi e Antonio Conte.

di , pubblicato il
Programma elettorale movimento 5 stelle

Così non va, il patto di maggioranza del Governo sta venendo meno secondo Conte e in questo modo gli impegni assunti rischiano di scatenare una vera e propria crisi. La querelle tra Conte e Draghi si fa sentire e Palazzo Chigi ora teme una vera e propria crisi di Governo.

Crisi Governo Draghi, colpa della guerra?

Alla fine la guerra si sta facendo sentire eccome anche qui da noi. Non solo gli aumenti relativi alle bollette e al carburante con gas e benzina che stanno arrivando alle stelle, ma anche con vere e proprie questioni politiche che stanno mettendo in affanno il governo di Draghi. Stavolta a complicare le cose è la questione relativa all’aumento del 2% del PIL sulle spese militari, cosa che per Conte è assolutamente inaccettabile, poiché non necessaria, visto che il paese ha ben altre priorità, tutte stabilite dal patto di maggioranza.

Draghi e Conte si sono incontrati a Palazzo Chigi con un dialogo durato circa un’ora e mezza, ma la conclusione sembra ormai chiara: «Se si mettono in discussione gli impegni assunti, in un momento così delicato alle porte dell’Europa, viene meno il patto di maggioranza». Questo in sostanza l’esito dell’incontro che fa capire senza dubbio la spaccatura tra le due parti e il conseguente rischio di una crisi di Governo, poiché con la rottura con il leader del Movimento 5 Stelle il paese rischia una crisi di maggioranza.

Crisi Governo Draghi, cosa succede ora?

Il decreto Ucraina sembra aver portato come diretta conseguenza alla scelta di Draghi sull’aumento della spesa militare, lo stesso Mattarella ne è stato subito informato dal premier dopo il suo incontro con Conte.

Lo stesso ex presidente ha risposto con una nota a fine serata in merito alla possibile crisi che avrebbe causato e, in un certo qual modo, ridimensionandola totalmente: «Come si può parlare di crisi di governo? Draghi avrà pure il diritto di informare il Presidente Mattarella, ma io non ho sollevato alcuna crisi di governo: dico solo che se dobbiamo programmare una spesa militare un partito di maggioranza può discutere i termini anche temporali per rispettare questo impegno».

Potrebbe interessarti anche Lo stato di emergenza Covid ha le ore contate, addio restrizioni e guida alle riaperture

Argomenti: ,