'Aloe vera: ecco quali sarebbero le principali proprietà curative

Aloe vera: ecco quali sarebbero le principali proprietà curative

Ecco quali sarebbero le principali proprietà curative dell'aloe vera nonché alcuni cenni storici.

di , pubblicato il
Ecco quali sarebbero le principali proprietà curative dell'aloe vera nonché alcuni cenni storici.

L’aloe vera detta anche aloe barbarendis mille è una pianta appartenente dalla famiglia delle aloeacee. Essa è usata molto per le sue proprietà antinfiammatorie ma anche depuratrici. Detto ciò, ecco quali sarebbero le sue principali proprietà curative nonché alcuni cenni storici inerenti a tale tale pianta.

L’aloe vera: la storia

La parola Aloe deriverebbe dalla radice greca “alos” che sta a significare “sostanza salata”. Si crede, quindi, che si riferisca all’ambiente marino. In alternativa la radice “aloe” potrebbe derivare dal vocabolo arabo “alua” che significherebbe “amaro”. Il succo completo della pianta è infatti amaro.

Tale pianta in ogni caso è conosciuta da tanti anni per le sue proprietà medicinali. Nell’Antico Testamento, ad esempio, era già citata come lo era presso gli egizi, gli indiani ed i cinesi. Gli egizi, ad esempio, la definivano la pianta dell’immortalità e la mettevano molto spesso all’entrata delle piramidi per indicare il cammino dei Faraoni verso la terra dei non vivi.

Essa veniva usata anche per la mummificazione come ad esempio per quella di Ramesse II. In ogni caso è nel Papiro di Erbes risalente al 1.500 circa avanti Cristo che compare per la prima volta il riferimento all’aloe. In esso venivano infatti elencate tutte le proprietà benefiche della linfa di tale pianta.

Le proprietà dell’aloe vera

Dall’aloe vera, come abbiamo già comunicato, viene estratto un succo denso il cui fitocomplesso che ha numerosi principi attivi dalle proprietà depurative. Si sostiene infatti che l’aloe ripristini la funzionalità dell’intestino pigro riequilibrando la flora batterica nonché il Ph. Inoltre tale pianta avrebbe anche delle proprietà antinfiammatorie e proteggerebbe anche i tessuti interni dello stomaco da agenti che potrebbero irritarlo e dai succhi gastrici.

Essa, inoltre, avrebbe un’azione purificatrice favorendo anche l’eliminazione delle tossine e sarebbe anche capace di rigenerare le cellule dei tessuti. Avrebbe infine anche delle proprietà riequilibranti secondo alcuni studi in quanto funzionerebbe da bilanciatore del metabolismo e allo stesso tempo rafforzerebbe anche il sistema immunitario.

Leggete anche: Le 5 erbe aromatiche più efficaci per depurarsi e regolare il peso corporeo.

Argomenti: ,