Allerte alimentari pasticcini Ikea e salsa Tzatziki: lotti interessati e motivo del richiamo

Nuove allerte alimentari pasticcini Ikea e salsa Tzatziki venduti da Esselunga per errori nell'etichetta.

di , pubblicato il
Nuove allerte alimentari pasticcini Ikea e salsa Tzatziki venduti da Esselunga per errori nell'etichetta.

Nuove allerte alimentari stavolta riguardano dei pasticcini Ikea e salsa Tzatziki. Vediamo di che cosa si tratta, i lotti interessati e il motivo dei ritiri.

Richiamato lotto di salsa Tzatziki  per errore nell’etichetta

Il primo richiamo riguarda Esselunga e un lotto di salsa Tzatziki a marchio “Zorbas” che è stato richiamato per errore nell’etichetta in cui non viene riportato la presenza di  latte, uova e frumento.

Da quello che si apprende, Esselunga ha deciso di richiamare il prodotto, come riporta anche Sportello dei Diritti, per un errore nell’imballaggio in cui “è indicata erroneamente la presenza del prodotto HUMMUS sulla confezione, anzichè della presenza degli allergeni latte, uova e frumento”. Il richiamo riguarda le confezioni da 200 grammi, numero di lotto 180219 e scadenza del 04/05/2019 prodotte dall’azienda 3P Kaliafas S-Pourdalas I.G.P nella sede dello stabilimento di Karditsa in Grecia. Come sempre, il consiglio in questo caso è quello di non consumare il prodotto e riportarlo nel punto vendita dove è stato acquistato qualora siate soggetti allergici al latte, uova e frumento per un rimborso anche senza lo scontrino. Non ci sono invece problemi per chi non è allergico.

Richiamo per pasticcini Sötsak Skumtopp di Ikea

Un altro richiamo riguarda i pasticcini Sötsak Skumtopp di Ikea, anche in questo caso richiamati per “sostanze non sufficientemente dichiarate in etichetta” come fa sapere Sportello dei diritti. Da quello che si apprende il prodotto contiene polvere di latte. Per quanto riguarda il prodotto incriminato si tratta di quello con data di consumo fra il 14 marzo e il 18 aprile. I soggetti che sono quindi allergici al latte o derivati devono riportare il prodotto nel punto vendita dove saranno rimborsati perchè consumarli nel caso di allergia potrebbe essere pericoloso. Tra i sintomi che si potrebbero riscontrare prurito e gonfiore a labbra, palato e gola, nausea o vomito, crampi e gonfiori addominali e difficoltà respiratorie.

Leggi anche: Allarme fluorochinolone, tale antibiotico va evitato per gravi effetti collaterali, l’inchiesta de Le Iene

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,