Allerta aumento prezzi al supermercato, dopo la benzina ecco i prodotti che rischiano il rincaro

Allerta aumento prezzi al supermercato, cosa sta succedendo.

di , pubblicato il
Prezzi

Si continua a parlare degli aumenti dei prezzi di molti prodotti che si acquistano al supermercato come conseguenza della guerra in Ucraina. Il rischio rincari è ormai una costante nell’ultimo periodo. Dopo la benzina e il diesel, salvati dal decreto taglia accise, anche per il cibo c’è una vera e propria allerta.

Allerta aumento prezzi al supermercato, cosa sta succedendo

La paura maggiore, non è solo per il rischio di approvvigionamenti e la carenza di prodotti ma anche i prezzi più alti. Fare la spesa al supermercato, quindi, potrebbe diventare più caro. L’allarme non riguarda solo pane e pasta ma anche altri prodotti come carne, latte, uova, olio d’oliva mentre resta alto il timore del razionamento per far fronte alla carenza delle materie prime e l’aumento dei costi dell’energia e del carburante.

Secondo i dati della Banca Mondiale, alcuni prezzi potrebbero salire in modo repentino. Si parla di un aumento del 40% rispetto ad un anno fa per le materie prime agricole come le quotazioni di mais e grano a causa della guerra in Ucraina, che è uno dei maggiori rifornitori e quindi non si possono escludere problemi di rifornimento.

I prodotti che rischiano di mancare

Tra i rischi, quello di andare incontro ad una carenza dei raccolti durante il prossimo autunno e un rincaro dei prezzi non indifferente. Ad aumentare forse anche i prezzi dei cereali.
Oltre al prezzo del pane e della pasta, prodotti di largo consumo, l’allerta riguarda anche i mangimi per animali che potrebbero aumentare del 20% a causa della guerra in Ucraina e alcune materie prime come il petrolio che è salito del 25% e il grano del 53%.

Ciò si traduce non solo per un possibile rincaro del carburante che si vedrà più avanti ma anche di alcuni prodotti alimentari come carne, latticini e olio d’oliva come ha sottolineato la Commissione europea. Per adesso non sussiste un problema di approvvigionamento ma i problemi potrebbero arrivare più avanti, soprattutto se la guerra dovesse continuare ancora molto. La spesa alimentare, quindi, rischia di diventare più cara e andare al supermercato sarà una gara per trovare prodotti a buon prezzo, sempre se lo scenario sarà come quello prospettato.

Vedi anche: Prezzi più alti e scaffali scaffali vuoti al supermercato, ecco perché si rischia una crisi alimentare senza eguali

Argomenti: ,