Alitalia: sciopero 18 giugno confermato. Dipendenti ancora a mezzo stipendio

Rimane confermato lo sciopero di Alitalia il 18 giugno.

di , pubblicato il
Alitalia stipendi

Rimane confermato alla data del 18 giugno lo sciopero che coinvolgerà i dipendenti Alitalia. Questa la presa di posizione da parte dei sindacati, che definiscono inaccettabile il mancato pagamento dell’altra metà degli stipendi di maggio da parte della compagnia. Quest’ultima ha fatto ricadere la colpa sul mancato arrivo dei 100 milioni di euro stanziati dall’esecutivo con il decreto Sostegni bis. Inoltre, i commissari si sono detti scontenti di come la Commissione Ue stia portando avanti la trattativa sul dossier Ita con il governo italiano.

Sciopero Alitalia del 18 giugno confermato

Lo sciopero proclamato dalle sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo lo scorso mese di maggio e confermato per il 18 giugno avrà rilevanza nazionale e porterà il personale del trasporto aereo Alitalia a fermarsi per 4 ore. Il calendario del MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) sottolinea come lo sciopero unitario avrà inizio dalle ore 13 e terminerà alle 17.

Nella lista degli scioperi riportati sul sito ufficiale scioperi.mit.gov.it sono inseriti i dipendenti della società Enav, Enav Acc Milano, il personale delle società Toscana Aeroporti e Toscana Aeroporti Handling Scali per gli scali di Firenze e Pisa, insieme al personale della società Techno Sky.

La situazione di Alitalia, aggiornata

Gabriele Fava, commissario straordinario di Alitalia, durante un’audizione alla commissione Bilancio della Camera con accanto i colleghi Daniele Santosuosso e Giuseppe Leogrande, ha affermato di non essere in grado di erogare l’altra metà dello stipendio ai dipendenti Alitalia per l’assenza di “una visibilità sui tempi di accredito del finanziamento previsto di 100 milioni).

Il commissario ha poi aggiunto che l’attuale situazione è “veramente molto critica”, sia dal punto di vista economico che da quello giuslavoristico, poiché si trovano di fronte a versare a breve anche la quattordicesima il cui importo complessivo si aggira tra i 22 e 23 milioni di euro, “un incremento di costo significativo al quale non siamo assolutamente in grado di far fronte in questo momento”.

Vedi anche: Sciopero trasporti giugno 2021: date e orari proteste, il calendario

[email protected]

Argomenti: ,