Acqua minerale ritirata dai supermercati per possibile presenza stafilococco: ecco marca e lotti

Non solo acqua minerale per possibile presenza stafilococco anche tranci di pesce spada ritirati dai supermercati. Ecco la marca e i lotti.

di , pubblicato il
acqua minerale

Acqua minerale ritirata dai supermercati per rischio microbiologico. Esattamente c’è la possibilità che vi sia la presenza di stafilococchi. È il Ministero della Salute a comunicarlo sulla pagina ufficiale dedicata i richiami alimentari da parte degli operatori. L’ultimo in ordine tempo riguarda invece tranci di pesce spada mezzaluna surgelate di marca Noriberica. Il prodotto è commercializzato da Congelados Noriberga e la sede dello stabilimento è Cebral 11, Petelos Mos 36416 Pontevedra Spagna. Il lotto di produzione è il P22-059-76 e i tranci sono da 150-250 grammi con scadenza il 14 settembre 2023. Il motivo del richiamo è la presenza di mercurio oltre i limiti ammessi. La richiesta è quella di non consumare il prodotto e riportarlo nel punto di acquisto.

La bevanda ritirata dai supermercati

Due lotti di acqua minerale in bottiglia Clavdia richiamati per rischio microbiologico. Si legge nella nota del Ministero della Salute che è possibile la presenza di staphylococcus areus per cui non si deve consumare. Il marchio del prodotto è Clavdia, si tratta di acqua minerale effervescente naturale commercializzata da Sorgenti Clavdia srl. La sede dello stabilimento è Anguillara Sabazia in provincia di Roma e i lotti sono l’L21191 e L21111. Il primo riguarda bottiglie da mezzo litro con scadenza il 29 aprile 2023 mentre il secondo quelle da 1 litro e mezzo. La scadenza di queste ultime è invece il 21 aprile 2023.
Lo stafilococco, la cui presenza è probabile in tale acqua minerale, è una fonte potenziale di infezione nell’uomo. Il motivo principale è la sua resistenza antimicrobica multipla. Proprio per questo il Ministero della Salute ha richiamato i due lotti di acqua minerale, chiesto di non consumare il prodotto e riportarlo nel punto di acquisto.

Acqua minerale che beviamo è sicura?

C’è uno studio brasiliano del 2019 che rivela la presenza di contaminazione da batteri nell’83% delle bottiglie di plastica usate di frequente dalle persone.

Lo staphylococcus aureus è stato trovato nel 27% delle bottiglie mentre l’ Escherichia coli nel 17%. Nell’analisi è stato chiesto a trenta persone di consegnare le loro bottiglie dopo la palestra. Queste sono state confrontate con trenta bottiglie non utilizzate. Ebbene il pericolo principale è per le borracce riutilizzabili in quanto si crede che la contaminazione sia avvenuta durante la manipolazione del contenitore. Le persone toccano spesso le bottiglie anche per preparare delle bevande per cui i batteri è possibile siano stati trasmessi alla bottiglia di acqua minerale mediante il contatto indiretto.
[email protected]

Argomenti: ,