Abbonamento DAZN streaming e dati di accesso, si può condividere la password con altri?

È possibile condividere la password di DAZN per lo streaming con altri? La risposta secca arriva direttamente via mail.

di , pubblicato il
App dazn su timvision

Torna a tenere banco la questione del doppio account DAZN, ossia la possibilità di vedere i contenuti streaming della piattaforma anche in una seconda visione contemporanea. Stavolta però la questione è più sottile e riguarda la condivisione della password.

DAZN, questione di password

Niente password ad amici e parenti. DAZN si può vedere soltanto sotto lo stesso tetto, questo in sintesi il diktat che la piattaforma sta lanciando a tutti i suoi utenti. Rimane al momento ancora disponibile la funzione che permette di vedere due contenuti in contemporanea su due dispositivi diversi, ma non è possibile però condividere la propria password con un’altra persona, a meno che non sia qualcuno che viva con l’utente stesso (il partner, o un familiare). Insomma, prosegue la battaglia del colosso dello sport in streaming per limitare i furbetti.

Ecco il messaggio che via mail la piattaforma sta rilasciando ai propri utenti: «Ciao XXX, ti scriviamo per ricordarti le Condizioni di Utilizzo del nostro servizio per quanto riguarda l’uso degli account DAZN. Vogliamo ricordarti che è contrario alle nostre Condizioni di Utilizzo condividere i tuoi dati di accesso con chiunque altro» e prosegue scrivendo: e pensi che qualcuno abbia potuto utilizzare la tua password – prosegue il messaggio della piattaforma di sport in streaming –, ti consigliamo di reimpostarla accedendo alla sezione “Dati personali” all’interno dell’ area “Il Mio Account” sul sito DAZN.com».

DAZN, niente condivisine password

Alla domanda se si può condividere o meno la propria password e quindi il proprio account DAZN, la risposta è netta e secca, assolutamente no. Dobbiamo inoltre aggiungere che rumors sempre più insistenti ci dicono che potrebbero arrivare nuove forme di abbonamento, anche se dalla Germania sappiamo che ci sono stati dei rincari in tal senso e la speranza è che l’abbonamento non aumenti anche dalle nostre parti, ma per la prossima stagione la sensazione è proprio questa.

Potrebbe interessarti anche Lavorare con la settimana corta, ecco il Paese dove ci saranno 3 giorni su 7 di assoluto riposo

Argomenti: