A rischio estinzione l’orchidea alpina per colpa del clima e non solo

L'orchidea alpina corre gravi pericoli, è a rischio per colpa del clima

di , pubblicato il
L'orchidea alpina corre gravi pericoli, è a rischio per colpa del clima

Uno studio guidato da ricercatori dell’Università di Padova e pubblicato sulla rivista internazionale “Nature Communications” comunica che la bellissima orchidea alpina è a rischio estinzione per colpa del clima impazzito e per la trasformazione del paesaggio. Ecco maggiori dettagli.

L’orchidea alpina corre gravi pericoli, è a rischio per colpa del clima

Lo studio guidato da ricercatori dell’Università di Padova sugli effetti dell’attività umana sulle orchidee alpine delle Alpi Nord Orientali riguarda la loro diminuzione e lo spostamento verso quote più alte dagli anni novanta ai giorni nostri. Ebbene dallo studio è emerso che il cambiamento del clima e la trasformazione del paesaggio (come la conversione dei prati in vigneti) sono un pericolo per la loro sopravvivenza.

Costanza Geppert, una delle ricercatrici, ha comunicato di aver osservato un declino della popolazione delle orchidee negli ultimi tre decenni in Trentino. Molte di esse, infatti, non sono in grado di abituarsi al cambiamento climatico. Marini, altro ricercatore, spiega infatti che negli ultimi anni il paesaggio alpino è cambiato molto: a valle sono aumentate le aree urbane e poi l’agricoltura si è intensificata. Tali fenomeni hanno contributo alla riduzione di molte popolazioni di orchidee tranne quelle tipiche degli ambienti umidi. Queste ultime negli ultimi 30 anni non sono diminuite forse perché le aree umide si trovano prevalentemente in aree protette. A causa del’eccessivo caldo, poi, molte di esse sono state costrette a migrare dove le temperature erano più fredde ma soltanto le più flessibili sono state in grado di scalare le montagne.

Lo studio sulle orchidee ha attirato l’attenzione della Camera

Lo studio sulle orchidee ha attirato l’attenzione di Alessia Rotta, la presidente della Commissione ambiente della Camera. L’onorevole ha infatti commentato che le orchidee si stanno spostando verso luoghi più freddi a causa del riscaldamento globale che diventa sempre più un problema a cui porre rimedio.

Per questo ha comunicato che sarà importante avviare in Commissione Ambiente un’indagine conoscitiva sul Climate Change e sulle conseguenze che questi cambiamenti stanno producendo sul nostro ecosistema.

Per proteggere le orchidee alpine, infine, la Geppert ha comunicato che si dovrebbe offrire loro la possibilità di reagire alle alte temperature salvaguardando il loro habitat dal fondo della valle fino alle alte quote. Si dovrebbero quindi arrestare la trasformazioni di prati in campi da coltivare, in piste da sci o in zone urbane. Il tempo è breve per cui si dovrà agire subito.

Potrebbe interessarti: Clima, la casa brucia sempre di più: il mese di ottobre 2020 è stato il terzo più caldo di sempre

[email protected]

Argomenti: ,