1 aprile pesce d’Aprile, come nasce questa simpatica tradizione?

È tempo di scherzi, è tempo di pesce d'aprile, oggi primo aprile si celebra l'usanza della burla, ma come nasce?

di , pubblicato il
pesce d'aprile

Oggi 1 aprile è una giornata davvero particolare per i buontemponi, il weekend si apre con il pesce d’aprile, una tradizione che affonda le sue radici in tempi già lontani, ma che nonostante la sua longevità non ha una chiara origine.

1 aprile, le origini del pesce d’aprile

Circa 500 anni di storia e ancora non sappiamo come è nato questo pesce d’aprile. Sembra uno scherzo, sembra un vero e proprio pesce d’aprile, ma non lo è. Gli storici sono realmente ignoranti in materia e si sono accampate nel tempo varie ipotesi sulla sua origine. Il primo aprile è il giorno dedicato a questa ricorrenza, che poi non è nemmeno una vera e propria ricorrenza, parliamo in questo caso più di un’usanza; quella di prendere per i fondelli amici e parenti, facendo loro uno scherzo, una burla e rivelarla poi dicendo, per l’appunto: pesce d’aprile.

Fare il pesce d’aprile significa infatti prendere in giro qualcuno, fargli uno scherzo facendogli credere qualcosa che non è. Questa usanza si mette in atto in quasi tutto il mondo, nonostante nessuno sappia il perché. Secondo una delle ipotesi più accreditate, in origine della tradizione c’è il cambiamento del calendario da giuliano a gregoriano. Secondo tale ipotesi, la bolla papale di Papa Gregorio nel 1582 ottenne l’effetto di confondere non poco i contadini francesi che dal 25 marzo al primo aprile celebravano il Capodanno scambiandosi pacchi dono. Con il nuovo calendario, la festa passo al primo di gennaio, ma molti popolani sembrarono non recepire immediatamente il passaggio, finendo per essere scherniti dagli altri.

Pesce d’aprile, un’usanza enigmatica

Quella appena raccontata è la possibile origine più accreditata, le altre fanno riferimento a pesche infruttuose di pescatori lontani nel tempo o addirittura similitudini con alcuni miti dell’età classica.

Insomma, quel che è certo è che questa usanza si celebra da ormai 500 anni in quasi tutto il mondo, come sia nata non c’è dato saperlo, ma è una simpatica tradizione e vogliamo tenercela stretta.

Potrebbe interessarti anche Migliori ospedali al mondo 2022: arriva la classifica di Newsweek, ci sono anche gli italiani

Argomenti: